La singolarità di questa primavera inoltrata, caratterizzata da piogge frequenti e temperature ballerine, ha trovato una rappresentazione simbolica nei tornado che hanno colpito la costa italiana la mattina di sabato 4 luglio. Erano circa le 8.30 quando in Veneto, all'altezza di Chioggia il fenomeno atmosferico si è mostrato spettacolare e distruttivo a Sottomarina. Gli stabilimenti, che in altri anni avrebbero sperato di ospitare i lavoratori per il bivacco del weekend, devono ora contare l'entità dei danni. Il vortice d'aria, giunto dal mare sulla terraferma, ha alzato una colonna di sabbia, ma ha sollevato anche ombrelloni, lettini e giostre di legno. Colpiti anche i campeggi, tra i quali Willy e Mini camping, mentre si contano al momento due feriti di lieve entità.

Il maltempo, previsto dai meteorologi, ha interessato poi anche Venezia, dove un fulmine è stato all'origine di un incendio. Alle 10.30 circa del mattino la folgore ha colpito un palazzo nel sestiere di Cannaregio, mandando in cortocircuito una centralina che ha preso fuoco. La piccola palazzina di tre piani è stata evacuata e gli inquilini sono stati condotti in ospedale per una visita di controllo. Verificato lo stato di salute, gli abitanti della palazzina sono stati dimessi poco dopo.

in foto: Dettaglio della tromba d'aria che ha interessato la zona di Chioggia.