Con la celebrazione delle prime unioni civili – in seguito all‘emanazione da parte del Governo del decreto attuativo della legge Cirinnà con le disposizioni transitorie per la tenuta dei registri negli archivi dello Stato civile – cambiano anche le carte d'identità. Sui documenti di coloro che hanno suggellato la loro unione secondo quanto previsto dal testo Cirinnà alla voce "Stato civile" compare la nuova definizione "Unito civilmente".

Una delle prime carte d'identità con la nuova dicitura è stata pubblicata su Facebook dal giornalista Piergiorgio Paterlini, che si è recentemente unito civilmente a Reggio Emilia con il compagno. "La prima delle nuove carte d'identità – cioè le prime due, quella di Marco Sotgiu e la mia – in questo Paese", ha scritto in un post. E poi ha aggiunto una nota sul comune che ha celebrato l'unione: "La mia Patria è il mondo e il campanilismo mi fa sghignazzare, ma – giusto per la cronaca (per la storia?) – Reggio Emilia ha dato un po' di polvere a tutti, su questa faccenda".