Disavventura per Stelios Vlamakis, leader cretese del partito neonazista Alba Dorata , che martedì insieme a un manipolo di camerati ha partecipato a una manifestazione razzista a Chania, località turistica balneare sull'isola di Creta. Il corteo è stato caratterizzato dall'aggressione a un gruppo di immigrati e dalle continue provocazioni davanti alla sezione del partito comunista Kke. Sfortunatamente per i neonazisti, però, hanno pensato di disturbare anche un fanclub dell'Aek Atene: è finita che immigrati, comunisti e appassionati di calcio si sono uniti ed hanno deciso di reagire e di farlo con una certa decisione. I militanti di Alba Dorata sono stati spinti verso il porto: ormai braccati, non hanno però rinunciato ai loro slogan e hanno finito per prenderle di santa ragione.

Un paio di loro sono finiti in ospedale, mentre il loro capo Stelios Vlamakis è stato gettato in mare, quindi ripescato sano e salvo. C'è solo da sperare che si sia rinfrescato le idee.

Aggiungi un commento!