Allerta massima nella serata di martedì nel centro di Barcellona, nella zona della Sagrada Familia. I Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, sono intervenuti in zona facendo evacuare immediatamente l'intera area per una allerta terrorismo. Uffici, negozi e ogni genere di attività nei dintorni della cattedrale simbolo di Barcellona sono stati fatti evacuare così come  le persone all'interno della cattedrale che sono state prima bloccate e all'interno e poi fatte uscire in maniera controllata. Chiusa anche la vicina fermata della metropolitana.

Secondo il quotidiano locale Lavanguardia, a far scattare l’allarme è stata la presenza di un veicolo sospetto parcheggiato in zona, probabilmente un furgone. Per ispezionare il veicolo è stato chiesto l’intervento degli artificieri e la zona nel frattempo è stata completamente isolata. Poi le verifiche hanno dato esito negativo. La zona della Sagrada Familia e la stessa cattedrale del resto, secondo le indagini sull'attentato della Rambla, doveva essere il primo e reale obiettivo dei terroristi. Questi infatti stavano preparando ordigni potenti per fare una strage prima che un test  errato facesse saltare in aria il loro covo .

L'operazione antiterrorismo è partita poco dopo le 20.15 quando gli agenti hanno chiesto a negozianti e soprattutto turisti di evacuare.  I Mossos hanno chiesto inoltre ai residenti di non lasciare le loro case come precauzione. Molte auto della polizia hanno circondato la cattedrale e bloccato le strade limitrofe mentre ambulanze e vigili del fuoco si sono tenuti a distanza. La polizia avrebbe fermato anche due uomini a bordo del mezzo sospettato prima di avviare le verifiche sul furgone che però fortunatamente hanno dato esito negativo.