La guerra sui prezzi tra compagnie aeree si allarga anche alle rotte transatlantiche. Ben presto infatti anche i cieli tra Europa e Nord America saranno sorvolati dai velivoli delle compagnie low cost per quella che si prospetta come un nuova rivoluzione nel settore. La svolta è stata annunciata dalla Norwegian Air International, la sussidiaria irlandese della low cost norvegese, che dal prossimo mese di giugno inaugurerà il suo primo volo dal Vecchio Continente verso gli Stati Uniti a prezzi inimmaginabili fino ad ora. Per i primi diecimila biglietti venduti addirittura i viaggiatori sborseranno l'incredibile cifra di 65 dollari, tasse incluse, per tutti gli altri invece i costi partiranno da 99 euro, ad ogni modo infinitamente meno delle attuali cifre.

Tutto questo sarà possibile grazie ai nuovi e super efficienti velivoli, i Boeing 737 Max a corridoio singolo con 189 sedili, e alle classiche rotte e aeroporti poco frequentati tipici dei voli low cost. Il primo volo il 17 giugno dall'Irlanda verso lo scalo di Hartford,  capitale dello Stato del Connecticut, a metà strada tra Boston e New York, e si proseguirà con altri voli sempre dall’Irlanda o dalla Gran Bretagna, da scali aeroportuali quali Belfast, Cork, Dublino, Edimburgo e Shannon, per approdare negli aeroporti americani di Hartford, Newburgh e Providence, tutti scali secondari e lontani dai grandi centri statunitensi dove i costi di gestione sono ridotti.

Il meccanismo ovviamente non prevede solo il volo e ogni extra andrà pagato a parte come la scelta del posto, il pasto, il bagaglio in stiva, in tipico stile low cost. La novità però altrettanto presto non sarà più tale visto che altri concorrenti già si sono scatenati per puntare sul ricco mercato dei voli a lunga percorrenza dove ormai sono sbarcati anche i grandi gruppi con proprie controllate o cordate apposite. British Airways partner di Iag (International Consolidated Airlines ) ha annunciato una tariffa low cost per gli Stati Uniti da Barcellona che diventerà anche luogo di partenza di Norwegian Air grazie ad u accordo con Ryanair. Air France-Klm invece ha fatto sapere di avere un progetto simile e Lufthansa ha già introdotto tariffe low cost per i voli a lungo raggio attraverso la controllata Eurowings.