L’abbiamo incontrato per la prima volta accanto a Harrison Ford nel 1994 nel film Sotto il segno del pericolo, interpretato da un grande Willem Dafoe, e successivamente nel 2002 a guidare le indagini in Russia per Ben Affleck con il volto di Liev Schreiber nel film La somma di tutte le paure, ma di lui ancora non sapevamo realmente nulla: ingaggiato da Jack Ryan per indagare su morti inspiegabili, traffici illeciti e cospirazioni internazionali. John Clark torna alle origini con il suo vero nome, John Kelly, e passa ora da personaggio secondario a protagonista spietato in Senza Rimorso, una spy story davvero esplosiva, diretta da Stefano Sollima, in uscita il 30 aprile in esclusiva su Prime Video.

Le origini della pellicola

La pellicola rende ragione delle origini misteriose di John Clark, una delle spie uscite dal Ryanverse di Tom Clancy, che ha appassionato migliaia di thriller-addicted attraverso libri e film e 14 videogiochi “Rainbow Six”. Uno dei più accaniti giocatori di “Rainbow Six” fin dall’adolescenza è Michael B. Jordan (l’Eric di Black Panther), l’attore che interpreta l’agente della CIA nel film: Jordan è cresciuto proprio a suon di missioni virtuali capeggiando le squadre speciali di Clark.

The dark side of the… Ryan

Tom Clancy in un’intervista rilasciata al giornalista Peter Carlson pubblicata nel 2013 sul Washington Post, ha dichiarato che John Clark è il lato oscuro di Jack Ryan, più propenso a intraprendere la strada dell’azione, e del fare la cosa giusta a ogni costo anche a rischio di sporcarsi le mani e anche la coscienza. Jack dopo tutto rimane un analista. Lui, invece, è un ex Navy Seal che una tragedia personale porta quasi per caso a lavorare per la CIA.

Senza Rimorso, freddati dal sapore della vendetta

L’antefatto è ambientato in una regione della Siria lacerata dalla guerra. Qui una squadra speciale di Navy SEAL, comandata da Sr. Chief John Kelly (Michael B. Jordan), riesce a salvare un agente della CIA preso in ostaggio dalle forze militari ex-russe. Dopo tre mesi negli Stati Uniti viene assassinata Pam (Lauren London), la moglie incinta di John: il legame con gli avvenimenti siriani sembra chiaro. Kelly viene colpito più volte, prima di essere portato d'urgenza in ospedale in fin di vita. Ma il desiderio di vendetta per l’assassinio della moglie e del figlio lo tengono legato alla vita e non appena si riprende inizia la sua caccia all’uomo. La ricerca lo porterà a relazionarsi con la CIA attraverso l’amica Karen Greer (interpretata dalla radiosa Jodie Turner-Smith), tenente comandante ex membro della squadra speciale di Navy SEAL, e all’agente della CIA Robert Ritter (Jamie Bell), a incontrare il segretario alla Difesa, Thomas Clay (Guy Pearce), a precipitare nel mare di Bering e a scoprire un’enorme cospirazione internazionale. Ma le ferite personali e il suo codice d’onore non lo abbandoneranno mai e, senza rimorso, a qualunque costo, dovrà lottare per la giustizia: attenzione a non intralciarlo.