Altra giornata da ricordare per l'atletica azzurra alle Universiadi di Napoli 2019.  Sono infatti arrivate altre due medaglie d'oro per l'Italia nell'atletica in due discipline differenti. Con la misura di 4.46, l'azzurra Roberta Bruni ha vinto la medaglia più preziosa nel salto con l'asta. L'atleta azzurra ha preceduto le statunitensi Rachel Baxter, che ha saltato 4,41, e Bridget Guy (4.31). Luminosa Bogliolo ha vinto invece la medaglia d'oro nei 100 metri a ostacoli, facendo fermare il cronometro a 12″79, a tre centesimi dal record italiano di 12″76 detenuto da Veronica Borsi. Alle sue spalle la finlandese Hurske e la francese Comte. La Bogliolo era giunta in finale col miglior tempo (12″86) e grazie a questo successo si è arrivati alla tredicesima medaglia d'oro per la spedizione azzurra alle Universiadi di Napoli.

In due anni Luminosa Bogliolo ha letteralmente scalato il mondo delle Universiadi. E dopo i 400 di Ayomide Folorunso, l’atletica italiana firma un’altra impresa sugli ostacoli, questa volta sulla distanza dei 100, grazie alla ventiquattrenne di Alassio che vive e studia alla facoltà di Veterinaria di Torino. Per la 24enne azzurra un tempo impressionante,  a un centesimo dal personale siglato pochi giorni fa a La Chaux-de-Fonds.

Per Roberta Bruni finalmente, la conferma di qualità mai espresse fino in fondo in passato. La romana di Nazzano, che gareggia per i Carabinieri, cresciuta nel grande vivaio reatino, è tornata finalmente a una misura della sua prima vita atletica  che l’aveva portata al bronzo dei Mondiali juniores e a livello indoor a 4.60. Ottimo il salto con un 4.46 che equivale anche al record personale all’aperto, che è stato necessario per battere in volata la statunitense Baxter con la misura saltata al terzo tentativo. L’azzurra ha poi cercato di strappare anche il minimo per i Mondiali di Doha ma non è riuscita a superare 4.56.