3.988 CONDIVISIONI
Master 1000 Toronto di tennis

Sinner appoggiato sulla racchetta dopo il punto decisivo: il momento in cui ha realizzato il trionfo

Jannik Sinner ha realizzato il trionfo di Toronto appoggiato sulla racchetta dopo il punto decisivo: un momento che rimarrà nella storia del tennis italiano.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Vito Lamorte
3.988 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Master 1000 Toronto di tennis

Jannik Sinner ha conquistato a Toronto il primo Master 1000 della sua carriera battendo in due set l'australiano Alex De Minaur. Il tennista italiano si è assicurato un montepremi di 6.660.975 dollari facendo sua la finale in un'ora e 20′ di gioco conducendo sempre la gara e non subendo mai la pressione di essere il

È il secondo trionfo di un italiano dopo quello di Fabio Fognini nel 2019 a Montecarlo. A pochi giorni dal suo 22° compleanno, Sinner è salito al n.6 della classifica mondiale e dopo il successo nel ‘National Bank Open' di Toronto si è espresso così: "Per me questo successo vuol dire tantissimo. E' un grande risultato che condivido con tutte le persone che mi sono vicine ogni giorno, con il mio team. Non tutti sono qui, ma spero che chi non è qui mi stia guardando. Abbiamo lavorato duro e questi risultati ci fanno stare bene e ci fanno sentire più forti, facendoci anche venire voglia di lavorare ancora di più".

Sinner ha proseguito così l'analisi della sua gara: "Mi è piaciuto come ho gestito questa situazione, affrontando con la giusta attitudine ogni avversario. Non nego di aver sentito la pressione, ma penso di averla gestita bene cercando di giocare punto a punto e trattando tutti con il giusto rispetto sul campo".

Il classe 2001 nato a San Candido dopo due finali perse è riuscito a fare centro al terzo tentativo e dopo il punto decisivo si è lasciato andare in un gesto che rimarrà nella storia del tennis italiano: Jannik si è appoggiarsi al manico della racchetta per qualche secondo, quasi fosse una stampella.

Se dovessimo guardarla senza conoscere il risultato potremmo pensare che il Sinner non è riuscito a battere De Minaur e sta smaltendo la delusione in quel modo, ma non è così. È quello il momento in cui ha realizzato di aver vinto il suo primo il Masters 1000 della sua carriera.

Grazie a questo risultato ora Sinner è al n. 6 del ranking ATP e nella storia del tennis italiano solo Adriano Panatta (4° il 24 agosto 1976) è riuscito a far meglio. Jannik sale al n. 4 della Race per le ATP Finals di Torino: meglio di lui solo Alcaraz, Djokovic e Medvedev.

3.988 CONDIVISIONI
23 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views