245 CONDIVISIONI
US Open 2023 di tennis

Il trauma di Siegemund agli US Open, piange disperata in conferenza: “Trattata come un’imbrogliona”

Dopo la sconfitta contro Gauff, Laura Siegemund agli US Open è letteralmente crollata. Colpa dell’atteggiamento del pubblico durante il match.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Marco Beltrami
245 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
US Open 2023 di tennis

Gli US Open sono iniziati con il solito carico di spettacolo, emozioni e anche momenti difficili. Uno di questi ha visto protagonista Laura Siegemund eliminata al primo turno del torneo femminile dopo aver sfiorato l'impresa contro Coco Gauff una delle candidate alla vittoria finale. La giocatrice tedesca dopo le polemiche in campo è crollata in conferenza, letteralmente disperata.

Ma cosa era successo? Durante il confronto vinto dalla giocatrice americana in rimonta 3-6, 6-2, 6-4 la numero 121 del ranking WTA era stata accusata per la sua lentezza nel prendere posizione sul servizio di Gauff. Quest'ultima si era lamentata a più riprese con l'arbitro: "Non è mai pronta quando servo, è andata a parlare tipo quattro volte… ti sembra giusto?" e poi ancora: "Sembra che abbiamo scambi da 30 colpi, e sono solo due colpi, stiamo andando lentamente".

Rimproverata dalla giudice di sedia Siegemund, che è stata punita con un punto perso per le violazioni di tempo, ha risposto per le rime: "Sta servendo in modo estremamente veloce e una volta vado nella zona dell'asciugamano, non posso più andarci?". A quel punto però il pubblico l'ha fischiata, con tanto di ripetuti "buu" a sostegno dell'atleta di casa. Gauff poi nell'intervista post-partita ha descritto ironicamente la partita come "Lenta" dopo un saluto freddo con l'avversaria che ha deciso di non dare la mano all'arbitro.

Le cose sembravano finite in campo, e invece la situazione è peggiorata in conferenza stampa quando Siegemund è letteralmente crollata. La tennista tedesca è rimasta traumatizzata per l'atteggiamento del pubblico: "Alla fine della giornata torno a casa, mi guardo e posso dire di aver fatto un ottimo lavoro, ma ho ricevuto qualcosa dalle persone per questo? No. Forse non è zero. Ma sembra zero in questo momento. Addirittura meno di zero perché mi hanno trattato male".

Nello specifico poi Laura senza trattenere le lacrime disperata ha spiegato: "Mi hanno trattata come se fossi un'imbrogliona, come se stessi provando modi subdoli per vincere questa partita o cose del genere, come se fossi una persona cattiva". A differenza di altri giocatori Siegemund non ha fatto nulla di sbagliato: "Ma sai che ci sono persone che lanciano le racchette, urlano, che fanno gesti brutti verso il pubblico. Non ho fatto niente di tutto questo in tutta la partita e c'era molta tensione. Sono stata semplicemente lenta e questo sapete è nelle regole. Ho ricevuto la mia violazione del tempo per questo".

Prima di andar via, l'esperta giocatrice ha chiosato: "Per cosa gioco a tennis? Ho guadagnato bene. Probabilmente non raggiungerò più le mie migliori classifiche. Non nei singoli. Gioco là fuori per la gente. Il mio corpo mi sta dando la possibilità di giocare un po' di più. So che ci sono tifosi là fuori che apprezzano lottare, non arrendersi e semplicemente fare buone prestazioni. Penso che sia la prima volta che piango in una conferenza stampa. Ho pensato di essere come un'artista, di pensare alla gente. Devo qualcosa ai ragazzi che guardano. Devi alla gente che compra i biglietti per un sacco di soldi".

245 CONDIVISIONI
147 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni