video suggerito
video suggerito
US Open 2023 di tennis

Djokovic trionfa agli US Open con dedica speciale a Kobe Bryant: “Non l’avevo detto a nessuno”

Djokovic dopo aver battuto Medvedev nella finale degli US Open vincendo così il 24° Slam della sua carriera ha reso omaggio a Kobe Bryant svelando quanto i due fossero legati.
A cura di Marco Beltrami
2.321 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Novak Djokovic ha riscritto la storia del tennis agli US Open. Grazie alla vittoria in finale su Medvedev a Flushing Meadows, il tennista serbo ha vinto il suo 24° Slam in tre set (6-3, 7-6 (7-5), 6-3 in 3h16′) dimostrandosi troppo forte per il russo con la rivincita dell'ultimo atto del 2021. Al momento della celebrazione del trionfo Nole ha tirato fuori una maglia speciale, per rendere omaggio ad un'altra leggenda dello sport ovvero il suo grande amico Kobe Bryant.

Nessuno come lui. Djokovic ha staccato Nadal e Federer fermi rispettivamente a quota 22 e 20 nella classifica dei tornei più importanti del circuito vinti in carriera eguagliando Margaret Smith Court. Numeri impressionanti per il tennista serbo che potrebbe impreziosire ulteriormente il suo score alla luce della sua strepitosa forma fisica che gli consente di dettare legge a 36 anni suonati. Subito dopo essersi tolto la casacca di gioco, il vincitore ha indossato una maglia azzurra con la scritta in primo piano “Mamba Forever” e la foto sua e di Kobe insieme. Poi ha alzato gli indici al cielo a cui ha mandato un bacio per dedicare il successo al suo amico.

Una notte unica, e un'occasione per parlare anche del rapporto molto forte con l'icona del basket scomparsa prematuramente nel gennaio 2020 in un incidente in elicottero con sua figlia Gianna. I due erano molto legati e si sono aiutati a vicenda nel corso delle loro eccezionali carriere. Ecco allora che Djokovic ha trovato l'occasione giusta davanti al pubblico americano per ricordare l'ex stella dei Los Angeles Lakers che gli è stato vicino in un momento molto delicato del suo percorso tennistico.

Slam numero 24 della carriera dunque per Djokovic e omaggio al più celebre numero 24 della storia del basket. Un'idea che Nole non aveva condiviso inizialmente con nessuno, nemmeno con le persone più vicine: "Ho pensato di realizzare questa maglietta dicendomi ‘prima o poi, se avrò la possibilità di vincere il torneo..'. È stato circa sette giorni fa. Non l’ho condiviso con nessuno fino a qualche giorno fa quando ho chiesto ai miei collaboratori di aiutarmi a realizzare queste magliette".

Molto emozionato Novak durante l'intervista, tra gli applausi del pubblico che non ha potuto che condividere la sua scelta iconica. Queste le sue commosse e commoventi parole: "Kobe era un caro amico. Abbiamo parlato molto della mentalità da vincente quando ero alle prese con un infortunio, cercando di recuperare. Era una delle persone su cui facevo più affidamento… era sempre lì per un consiglio. Quello che è successo con la morte di lui e di sua figlia mi ha ferito profondamente. 24 è la maglia che indossava quando divenne una leggenda del basket con i Los Angeles Lakers. È stata una cosa simbolica riconoscerlo per tutte le cose che ha fatto".

2.321 CONDIVISIONI
147 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views