Mclaren – Getty images
in foto: Mclaren – Getty images

La McLaren si ritira dal GP d'Australia a causa del CoVid-19 (qui tutti gli aggiornamenti in tempo reale con le ultime notizie sulla situazione in Italia e nel resto del mondo). La decisione del team britannico è arrivata dopo l'esito positivo del test al Coronavirus di un membro della scuderia che aveva riscontrato i sintomi del virus negli scorsi giorni e messosi fin da subito in autoisolamento a Melbourne.

McLaren si ritira dal GP d'Australia: membro positivo al Coronavirus e team in quarantena

La squadra ha messo in quarantena tutti gli altri componenti del team e si è resa subito disponibile a cooperare con le autorità locali per ulteriori investigazioni e analisi. Si attendono invece aggiornamenti da parte della Fia, della Formula 1 e soprattutto dalle autorità australiane e in particolare quelle dello Stato di Victoria (che hanno potere decisionale in materia) in merito alla vicenda che potrebbe dunque compromettere il regolare svolgimento della manifestazione prevista per questo week end che avrebbe (a questo punto il condizionale è d'obbligo) dovuto inaugurare il campionato Mondiale 2020.

Negativi al CoVid-19 invece i quattro tecnici Haas in isolamento

Arrivano buone notizie invece per quanto riguarda il team Haas, dato che i quattro membri della scuderia (tre meccanici e un ingegnere), messisi immediatamente anche loro in autoisolamento a Melbourne dopo aver riscontrato alcuni sintomi riconducibili al contagio da Coronavirus, sono risultati tutti negativi al test del tampone.

GP d'Australia verso rinvio o annullamento

Dopo le pesanti accuse di Lewis Hamilton durante la conferenza stampa che ha aperto il programma ufficiale del GP d'Australia di Formula 1 e dopo le proteste dei cittadini australiani dunque arriva la notizia che potrebbe far propendere per il rinvio a data da destinarsi o per il definitivo annullamento della gara dell'Albert Park dato che solo ieri Brett Sutton, capo della sanità dello stato di Victoria, aveva dichiarato alla radio di Melbourne 1116 Sen che “se venisse riscontrata una positività, con una vasta esposizione su altro personale, allora dovrebbero tutti andare in quarantena. A quel punto sorgerebbe il dubbio sull’operatività di quello staff e se si dovrà fermare la gara, la fermeremo". Che va a confermare quanto detto nei giorni scorsi dal direttore generale della Formula 1, Ross Brawn, che aveva assicurato che non si sarebbe corso nel caso in cui anche soltanto una squadra non fosse stata nelle condizioni di farlo a causa dell'emergenza sanitaria.