Kobe Bryant è morto in un incidente in elicottero, in California. L'ex stella della NBA aveva 41 anni. Tutto il mondo del basket, e dello sport in generale, è in lutto. L'ex cestista statunitense era a bordo del suo elicottero privato con diverse altre persone: secondo le autorità locali, sul mezzo erano presenti il pilota e otto passeggeri. Intorno alle 10 del mattino, ora locale, le 19 italiane, il velivolo avrebbe preso fuoco e sarebbe precipitato a Calabasas (città nella contea di Los Angeles), rendendo inutili i primi soccorsi.

Morta anche Gianna Maria, la figlia di Kobe Bryant

Tra le vittime dell'incidente anche la figlia Gianna Maria, di 13 anni. Tutte le persone a bordo sono morte. Altre vittime confermate sono l'allenatore di baseball John Altobelli, sua moglie Keri e sua figlia Alyssa. Le cause dell'incidente sono ancora ignote e la polizia sta al momento lavorando proprio per capire la natura del disastro. Per Kobe Bryant era un abitudine quella di spostarsi con il suo elicottero privato (un Sikorsky S-76), e lo usava spesso anche quando era ancora in attività e doveva trasferirsi dalla sua residenza di Newport Beach fino allo Staples Center di Los Angeles. In questa circostanza era diretto verso la Mamba Academy, il centro sportivo di sua proprietà nei pressi di Thousand Oaks.

La zona dove è caduto l’elicottero di Kobe Bryant – Foto da TMZ
in foto: La zona dove è caduto l’elicottero di Kobe Bryant – Foto da TMZ

Kobe Bryant, una leggenda del basket

Leggenda irripetibile e memorabile della NBA, Kobe Bryant ha scritto pagine indelebili del basket soprattutto con la maglia dei Los Angeles Lakers: squadra con cui ha giocato per 20 anni e con cui ha conquistato 5 titoli. Con la Nazionale a stelle e strisce, ‘Black Mamba' ha invece conquistato due medaglie d'oro alle Olimpiadi del 2008 e 2012: tre anni prima del suo ritiro, che i Lakers celebrarono con il ritiro delle maglie usate da Kobe nella sua carriera a Los Angeles: la 8 e la 24. I suoi primi passi nel mondo della palla a spicchi, Kobe Bryant li ha però fatti curiosamente in Italia. Figlio di Joe Bryant, ex giocatore di Rieti, Reggio Calabria, Pistoia e Reggio Emilia tra il 1984 e il 1991, Kobe ha infatti iniziato a seguire da vicino il basket grazie al padre e a tirare verso il canestro proprio in Italia.