Il Chievo pareggia  1-1 contro l'Empoli nel primo match dei playoff di Serie B e accede al turno successivo in virtù della miglior posizione in classifica nella regular season. Le reti sono arrivate nei tempi supplementari con Tutino che ha risposto al vantaggio gialloblu di Garritano. La formazione di Aglietti che se la vedrà ora con lo Spezia (andata in programma sabato 8 agosto alle ore 21 e ritorno l'11 agosto alla stessa ora). Partita contraddistinta dagli errori dal dischetto, ben tre. Oltre a Djordjevic per il Chievo, grandi rimpianti in casa toscana per i rigori falli da Ciciretti, proprio allo scadere dei tempi regolamentari ,e La Mantia.

Gara bella al Bentegodi con entrambe le squadre pronte ad affrontarsi a viso aperto. Diverse le occasioni per le due squadre. Empoli vicino al gol con una conclusione di Ricci parata da Semper. La risposta del Chievo arriva con i tentativi di Djordjevic ed Esposito. Nonostante tutto regge l'equilibrio con le due formazioni che tornano negli spogliatoi senza gol. L'avvio di ripresa sembra essere di marca gialloblu, con la squadra di Aglietti che al 56′ ha la possibilità di trovare la via della rete.

Calcio di rigore concesso con l'ausilio del Var per un tocco di mano di Ricci su cross di Renzetti. Dal dischetto però Djordjevic si fa ipnotizzare da Brignoli che tiene vive le speranze dei toscani. La girandola di cambi, non incide sul copione del match che sembra scivolare verso i supplementari. Nel finale dei tempi regolamentari ecco l'episodio che può cambiare la gara: questa volta il penalty viene fischiato per la formazione ospite. Ciciretti ha sui piedi il pallone del superamento del turno, ma il suo tentativo dopo il tocco di Samper finisce sul palo. Secondo rigore della partita e secondo errore.

Nei primi minuti dell’extra-time, il Chievo riesce a sbloccare la gara con Garritano abile a sfruttare un cross basso di Rigione. L’Empoli ha la chance per tornare in partita con un altro calcio di rigore concesso con il Var. Ancora una volta però i toscani sciupano l’occasione con La Mantia che calcia alto. Secondo rigore sbagliato per gli ospiti, il terzo del match. Match letteralmente infinito visto che dopo il cambio di campo Tutino riapre i giochi con il gol del pareggio. Nonostante l'assalto finale della squadra di Marino il risultato non cambia e alla fine ad esultare è il Chievo