705 CONDIVISIONI
9 Settembre 2021
23:21

“Ma con che astronave sei arrivato”: Baggio incontra il ‘marziano’ del calcio e si entusiasma

Nella sua ultima intervista Roberto Baggio ha affrontato diversi temi legati alla sua carriera e anche ad alcuni colleghi celebri. Il Divin Codino ha parlato dell’incontro con un calciatore speciale, che lo ha colpito al punto da definirlo un vero e proprio “marziano” del calcio.
A cura di Marco Beltrami
705 CONDIVISIONI

Una lunga intervista in cui ha ripercorso tutti i momenti della sua carriera. Roberto Baggio a Revista Libero si è raccontato a 360°, dagli infortuni, alle esperienze in campo e fuori, al rigore sbagliato ai Mondiali 1994 fino ai colleghi che lo hanno colpito di più. Tra questi c'è stato anche quello che ha definito come un ‘marziano', presentatogli dal suo amico Pep Guardiola, ovvero Leo Messi.

Roberto Baggio è stato senza dubbio uno dei calciatori italiani più forti di sempre. Nella sua carriera ha avuto modo di giocare e conoscere altrettanti big, condividendo il campo con loro. Tra questi anche Pep Guardiola, che ha avuto il merito di promuovere un'idea di calcio non solo vincente ma anche bello. Baggio a tal proposito ha descritto così la filosofia del catalano: "Un ragazzo che sa perfettamente che il giocatore deve essere a suo agio per intrattenere le persone. Con le squadre di Guardiola non puoi accontentarti di vincere. Inoltre, vince quasi sempre… Devi raggiungere la gente! Devi coinvolgerla, farla eccitare. Tutto questo è Guardiola; il resto racconta la loro storia. Un genio del calcio".

E tra i pupilli di Guardiola, c'è anche Leo Messi. Baggio ha raccontato il colloquio con la Pulce di qualche anno fa in occasione del primo incontro. Per l'ex "Divid Codino", la Pulce reduce dal passaggio dal Barcellona al Psg è un alieno del calcio: "Quando Guardiola me lo ha presentato? Stiamo parlando di un marziano. Gli ho parlato in spagnolo. Gli ho chiesto con quale astronave è venuto perché stiamo parlando di un calciatore di un altro pianeta".

Se con Messi, Baggio non ha potuto condividere il campo, lo ha fatto invece con Ronaldo il Fenomeno. Il brasiliano è un altro calciatore che per l'ex attaccante della Nazionale è assolutamente inimitabile: "Mamma mia! Che giocatore Ronaldo. Apparteneva al futuro. Ha giocato a calcio con tecnica e velocità in anticipo sui tempi. L'ho visto fare cose inaudite, che nessuno aveva mai fatto o pensato prima. Ronaldo era unico".

705 CONDIVISIONI
La crisi della benzina in Inghilterra colpisce anche il calcio: "Chi mi accompagna all'allenamento?"
La crisi della benzina in Inghilterra colpisce anche il calcio: "Chi mi accompagna all'allenamento?"
Allegri vuole sfruttare l'entusiasmo della Juve: "Il derby per sistemare la classifica"
Allegri vuole sfruttare l'entusiasmo della Juve: "Il derby per sistemare la classifica"
Brescia-Atalanta, quando il gemello di Mazzone divenne famoso: "Quei cori mi trafissero il cuore"
Brescia-Atalanta, quando il gemello di Mazzone divenne famoso: "Quei cori mi trafissero il cuore"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni