"Tu hai la coscienza sporca, l'hai sempre avuta… da arbitro e da Var". L'arbitro designato al Var, Mazzoleni, sta lasciando in auto lo stadio del Benevento quando alla vettura si affianca il direttore sportivo dei sanniti, Foggia (come testimoniato dal video pubblicato da Napoli Magazine). "Te lo devi rivedere il leggero contatto, se hai una coscienza. Hai capito o no?", incalza e punta l'indice verso il finestrino della macchina. È nervoso, visibilmente alterato per quanto accaduto in campo. Il rigore concesso dal direttore di gara, Doveri, e poi revocato dopo aver rivisto l'episodio alla on-field-review su segnalazione dalla cabina di regia ha scatenato la rabbia dei sanniti.

In quel momento del match, quando mancavano una manciata di minuti alla fine del match col Cagliari in vantaggio per 1-2, il tiro dal dischetto era l'occasione per siglare il pareggio. Illusione durata pochi attimi, il tempo trascorso tra il check arbitro-sala Var e quello occorso per sincerarsi dell'intervento di Asamoah su Viola.

La rabbia di Foggia dopo la denuncia di Vigorito in TV

"Se hai una coscienza, il leggero contatto lo devi rivedere! Noi ci giochiamo la vita", aggiunge Foggia che adesso rischia una pesante squalifica. Lo sfogo dell'ex calciatore e dirigente dei campani fa seguito alla denuncia del presidente, Vigorito, che in diretta TV a Sky accusa duramente l'arbitro Mazzoleni. "Tutta l'Italia ha visto che era rigore tranne lui – le parole del massimo dirigente. Quando si vuole ammazzare una squadra del Sud al Var c'è lui".

La confusione di Doveri nella frase citata da Inzaghi

Ad alimentare delusione e polemiche è anche l'intervento del tecnico, Pippo Inzaghi, che fornirà anche un altro particolare della versione dei fatti citando cosa gli ha detto l'arbitro Doveri a corredo della sua scelta. "Mi ha detto che il tocco c'è anche se lieve. Allora perché il Var interviene? Così è brutto, ci sentiamo derubati. Se dobbiamo retrocedere è giusto che accade per demeriti nostri".