Juventus-Napoli torna a far discutere. Questa volta però non si fa riferimento alla sfida di campionato che dopo il verdetto del Collegio di Garanzia del Coni dovrà essere rigiocata nella prima data disponibile, ma alla Supercoppa in programma il 20 gennaio al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Le ultime indiscrezioni raccontano della richiesta di Aurelio De Laurentiis di rinviare il match e posticiparlo alla fine del campionato.

Quando si giocherà Juve-Napoli di Supercoppa

Juventus e Napoli si affronteranno nel match valido per l'assegnazione del primo trofeo stagionale, il 20 gennaio. Il match che in "condizioni normali" si sarebbe dovuto disputare in terra araba alla luce degli accordi presi nelle scorse stagioni, si giocherà invece in Italia, al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Una situazione legata all'emergenza Covid, con la gara tra i vincitori dell'ultimo campionato, e quelli della Coppa Italia che si affronteranno a porte chiuse.

Aurelio De Laurentiis ha chiesto di rinviare Juventus-Napoli

Aurelio De Laurentiis, come svelato da Repubblica, avrebbe già fatto sapere ai vertici della Lega, durante i colloqui avvenuti in "presenza" anche del patron bianconero Andrea Agnelli, di non voler giocare contro la Juventus il 20 gennaio, proponendo il rinvio della Supercoppa a maggio, ovvero subito dopo la fine della stagione in Serie A. I motivi di questa proposta del numero uno del club partenopeo sono molteplici.

Perché il Napoli vuole rinviare la partita contro la Juventus di Supercoppa

In primis DeLa ha fatto riferimento all'eccessivo numero di casi di Coronavirus a Reggio Emilia, situazione che preoccupa gli azzurri in un momento in cui i casi di positività sembrano essere in aumento anche in Serie A. Inoltre si fa riferimento anche all'assenza dei tifosi, che oltre ad incidere sullo spettacolo, influisce anche sugli introiti, con la Supercoppa che comunque rispetto alle scorse edizioni garantirà meno entrate ridimensionate ai due club, anche dal punto di vista dei diritti TV e degli sponsor.

Al momento però la proposta di De Laurentiis arrivata nel corso della riunione della Lega di Serie A, non è stata presa in considerazione. Innanzitutto al momento è a dir poco complicato trovare uno slot per inserire questa partita in calendario, con l'Europeo alle porte subito dopo la fine del campionato. Una situazione che necessiterebbe eventualmente anche di una speciale deroga dell'Uefa. Per quanto riguarda invece l'assenza dei tifosi, non bisogna dimenticare che anche la finale di Coppa Italia si è disputata a porte chiuse e l'andazzo, sembra essere confermato anche per il prosieguo dell'annata. A proposito poi dell'aumento di casi nell'Emiliano: è vero che c'è un'impennata dei casi, ma la situazione non sembra essere molto differente da quella di altre regioni, Campania compresa. Anzi la provincia di Reggio Emilia al momento ha un indice inferiore a quello di Napoli