230 CONDIVISIONI
Caso plusvalenze Juve, le ultime news
29 Novembre 2022
18:40

Caos continuo in casa Juventus: la Procura Figc apre un procedimento sulla manovra stipendi

Il terremoto che ha scosso la Juventus nella serata di ieri non tende a cessare. La Procura della Federcalcio aprire un procedimento sulle scritture private tra la Juventus e i suoi calciatori.
A cura di Fabrizio Rinelli
230 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Caso plusvalenze Juve, le ultime news

Il terremoto che ha scosso la Juventus nella serata di ieri non tende a cessare. La mossa da parte del Cda bianconero, che capitanato dal presidente Andrea Agnelli, ha deciso di dimettersi al pari del vice-presidente Pavel Nedved e dell'amministratore delegato Maurizio Arrivabene, che resterà però nei quadri per gestire la fase di transizione insieme a nuove figure inserite da Exor come Gianluca Ferrero in qualità di nuovo presidente della Juventus e Maurizio Scanavino come direttore generale, è stato un fulmine a ciel sereno. Uno scossone continuo che adesso ha visto la Procura della Federcalcio aprire un procedimento sulle scritture private tra la Juventus e i suoi calciatori.

Un metodo che secondo la Procura della Repubblica, avrebbe provocato un taglio fittizio degli stipendi e una riduzione dei costi nei bilanci del 30 giugno 2020 e 30 giugno 2021 omettendo la posizione debitoria nei confronti dei tesserati. I motivi delle dimissioni, come si evince dal comunicato ufficiale, in effetti sono da ricercare proprio nell'inchiesta della Procura di Torino a cui si aggiungono le contestazioni della Consob. L’apertura del Procedimento della FIGC, come riportato dall’ANSA, guidata da Giuseppe Chinè, è stata dunque già avviata non essendo materia compresa nel procedimento della giustizia sportiva che si è concluso nel maggio scorso, con la decisione definitiva pronunciata dalla Corte di appello federale a sezioni unite.

Al Procuratore Chinè dunque il compito di verificare se tra gli atti, mai trasmessi prima all’organo di giustizia sportiva, e in particolare nelle risultanze delle operazioni di intercettazione di conversazioni, possano emergere nuovi dettaglida poter ritenere decisivi per la revisione di quella decisione, almeno per quanto concerne i fatti contestati alla Juventus. In questo momento dunque la decisione di formare una nuova società sembra essere quella migliore per il futuro di questa Juventus che sembra aver cliccato il tasto reset per cercare di rimettere ordine all'interno di un club che da 2/3 anni ormai sembra essere compromesso in troppe vicende extracalcistiche che non fanno altro che destabilizzare l'ambiente e la tifoseria.

230 CONDIVISIONI
103 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni