Nicklas Bendtner un posto nella storia del calcio se l’è conquistato, ha giocato con l’Arsenal, con la Juventus, ha segnato tanti gol con la nazionale della Danimarca e ha vestito le maglie di un’altra mezza dozzina di squadre, e ha fatto ciò prima dei trent’anni. Adesso ne ha qualcuno in più, non è tesserato e nel reality che tiene con la sua splendida fidanzata sta raccontando alcuni momenti della sua vita e ha rivelato di aver ‘bruciato’ 6 milioni di sterline con il poker e le scommesse.

Ho perso 6 milioni di sterline a poker

Bendtner nel suo curriculum oltre a gol e trofei ha all’attivo, anche risse in discoteca, multe, atti vandalici e anche una passione per il poker, precisamente il Texas Hold’em. C’è stato un momento in cui il danese ha preso a giocare e, purtroppo per lui, ha perso quasi 6 milioni di sterline:

Ho perso molti soldi. Ho giocato molto a poker nella mia vita, ho sfidato un giocatore professionista sin da quando avevo 19 anni. È difficile quantificare quanti soldi ho perso, ma dovrebbero essere attorno ai cinquanta milioni di corone danesi, più di 6 milioni di sterline. Per me era questo, giocare, divertirmi e finire nei casini. Ma non posso dire di avere avuto una dipendenza dal gioco, sono sempre stato in grado di controllarmi.

Ora non gioco quasi più

L’ex di Juventus e Arsenal sta dando vita a un reality con la fidanzata Philine Roeprstorff. Mentre lei parla di moda e viaggi, lui racconta storie di calcio e di vita, che un’atleta non dovrebbe vivere. In ‘Bendtner and Philine’ lui ha detto che oggi scommette molto poco:

In passato ho giocato partite davvero rischiose. Una notte a Londra le cose mi sono sfuggite di mano e per poco non sono finite molto male. Alla fine sono riuscito a contenere le perdite. Ma da quella notte in poi, ho deciso che non avrei più scommesso cifre simili.  Ora gioco solo per divertirmi, le puntate sono molto basse. Con gli amici scommettiamo massimo 100 corone ciascuno, circa 12 sterline.