Patrick Ewing ha il Coronavirus ed è in isolamento in ospedale. È stato lui stesso a darne notizia attraverso il proprio account Twitter. Una scelta voluta, come confermato dalla sua attuale squadra, l'università di Georgetown, per sensibilizzare ulteriormente gli americani sulla pericolosità del virus. Gli Stati Uniti rappresentano la nazione più colpita al mondo dalla pandemia, con oltre un milione e mezzo di casi e un numero di decessi che ormai sfiora la soglia dei 100mila.

"Volevo comunicare che sono risultato positivo al Covid-19. Questo virus è una cosa seria e non va preso alla leggera. Voglio invitare tutti a stare al sicuro e prendersi cura dei propri cari. Ora più che mai, voglio ringraziare tutto il personale sanitario e chi sta lottando in prima linea. Io starò meglio e supererò tutto questo".

Chi è Patrick Ewing, leggenda NBA

Ewing è una leggenda della NBA, con un passato glorioso come simbolo dei New York Knicks, per i quali ha giocato 15 stagioni, prima di chiudere la carriera da giocatore con le fugaci esperienze a Seattle e Orlando. Ad arricchire ulteriormente la sua carriera, 11 convocazioni all'All Star Game e due medaglie d'oro olimpiche con il team USA. Nel 2008 è stato ufficialmente introdotto nel Naismith Hall of Fame, il massimo riconoscimento individuale per un giocatore di pallacanestro. Oggi, dopo essere rimasto a lungo in NBA nel ruolo di vice-allenatore per diverse franchigie, è il coach di Georgetown nella NCAA, il campionato universitario di basket. È l'unico componente della squadra risultato positivo al Covid-19 ed è isolato in ospedale.