20 Aprile 2022
17:40

Gabriele Procida si dichiara eleggibile per il prossimo draft: l’Italia può avere 3 giovani in NBA

Dopo Matteo Spagnolo, anche il classe 2002 della Fortitudo Bologna si candida ufficialmente per il prossimo draft. L’Italia potrebbe quindi avere 3 nuovi giocatori in NBA.
A cura di Luca Mazzella
Gabriele Procida con la canotta Italbasket
Gabriele Procida con la canotta Italbasket

Il prossimo draft NBA, quello che aprirà a breve le porte del basket più spettacolare del mondo ai migliori prospetti giovanili provenienti da ogni latitudine, è pronto ad abbracciare non uno, non due, bensì 3 italiani. Dopo l’ascesa di Paolo Banchero, finalista NCAA con Duke e in odore di essere scelto tra i primissimi nomi, nelle ultime 24 ore la pallacanestro azzurra può fregiarsi di due ulteriori giovanissime gemme che hanno deciso di dichiararsi eleggibili per il draft NBA. Dopo la decisione di Matteo Spagnolo infatti, classe 2003 di proprietà del Real Madrid in prestito alla Vanoli Cremona, che proprio ieri ha annunciato ufficialmente la sua candidatura, un’altra giovane pepita in rampa di lancio, Gabriele Procida, ha seguito il ragazzo della "Cantera" annunciando la medesima decisione.

Procida, che proprio nelle ultime settimane è diventato presenza fissa negli highlights del nostro campionato, ha già esordito a  con la Nazionale Maggiore a febbraio 2021, nella gara di qualificazione ai prossimi europei contro la Russia.

Nelle 24 partite giocate finora, Gabriele ha segnato 7.1 punti di media con 2.5 rimbalzi in poco meno di 20 minuti di utilizzo nella Fortitudo Bologna, impegnata nella lotta per non retrocedere. Negli scorsi mesi Mike Schmitz, analista ed esperto di draft di ESPN (che aveva chiuso il suo scouting report parlando di un tiro puro come se ne vedono pochi anche tra i pro NBA), era venuto da vicino a vedere le sue prodezze come fatto anche con Spagnolo, e non è un caso che i due ragazzi prodigio nell’ultimo mock draft siano appaiati alle posizioni numeri 54 e 53 quindi sul finire del secondo giro. Come nel caso del brindisino, è molto probabile che Procida una volta scelto verrà comunque lasciato un’altra stagione in Europa per maturare ulteriormente esperienza.

Procida è una guardia/ala classe 2002, nativo di Como ma cestisticamente formatosi alla Pallacanestro Cantù, con cui ha fatto il suo esordio in serie A nel 2019-20. Già lo scorso anno si era dichiarato eleggibile per il draft, rinunciando poi poco dopo per un'altra stagione di preparazione nel nostro campionato, dove quest’anno si è consacrato come uno dei giocatori più spettacolari ed elettrizzanti con diverse giocate ad alta quota ad attirare l’attenzione di tutti gli esperti di draft. Con Nico Mannion oggi in prestito alla Virtus Bologna ma i cui diritti restano ancora dei Golden State Warriors, e Danilo Gallinari impegnato nel primo turno Playoffs con i suoi Atlanta Hawks, l'Italia del basket potrebbe vantare virtualmente un intero quintetto NBA, se Matteo e Gabriele seguiranno le orme di Banchero al prossimo draft. Una boccata d'ossigeno per un movimento in caduta libera da anni e che solo con il recente preolimpico seguito dalla spedizione di Tokyo ha iniziato a rivedere la luce. E con questi ragazzi terribili in rampa di lancio, non si può che essere ancora più ottimisti per il futuro.

Un altro italiano sbarca in NBA: Simone Fontecchio firma con Utah
Un altro italiano sbarca in NBA: Simone Fontecchio firma con Utah
Paolo Banchero alla conquista della NBA, un campione lo incorona:
Paolo Banchero alla conquista della NBA, un campione lo incorona: "È un vincente"
Golden State rischia di perdere una delle sue stelle: Green batte cassa, problemi per i Warriors
Golden State rischia di perdere una delle sue stelle: Green batte cassa, problemi per i Warriors
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni