Il gigante è crollato. Nella terza giornata del Tri Nations 2020 l'Argentina scrive la storia battendo la Nuova Zelanda. Una grande soddisfazione per i Pumas che per la prima volta nella loro storia riescono a mettere ko gli All Blacks con il punteggio di 25 a 15. A Sydney il protagonista assoluto è stato Nicolas Sanchez che realizzato tutti i punti dell'Argentina con una meta, sei calci piazzati vincenti e una trasformazione. A poco sono servite le mete della Nuova Zelanda ad opera di Cane e Clarke.

Rugby storico successo dell'Argentina contro gli All Blacks

Un dominio quasi totale, dall'inizio alla fine per i Pumas che sono sembrati sempre un gradino sopra gli All Blacks. Protagonista assoluto di giornata per l'Argentina è stato senza ombra di dubbio quel Nicolas Sanchez capace di mettere in difficoltà la Nuova Zelanda sin da subito fino a diventare l'eroe dei Pumas. Un dominio vero e proprio per l'Argentina che mette a segno un risultato inatteso alla vigilia per la maggior parte degli appassionati di rugby. Da incorniciare sicuramente la partita del mediano Nicholas Sanchez, del centro esordiente Santiago Chocobares e per la terza linea Marcos Kremere. I Pumas si trovano sono al 10° posto nel Ranking Mondiale.

L'Argentina, con questa vittoria, diventa così la prima Nazionale "No-èlite" ad aver battuto i mostri sacri del rugby. La Nazionale sudamericana ha mostrato quella determinazione degna di una grande di questo sport. I Pumas sono stati infatti in grado di mettere a segno addirittura 59 placcaggi sui 66 tentati. Ma non è tutto, perché nella storica giornata dell'Argentina, i sudamericani sono stati bravi a concedere solo 8 penalità (tante arrivate praticamente a fine gara quando ormai tutto era già deciso) e di perdere solo tre palloni che rappresenta un dato incredibile se pensiamo all’avversario che si trovavano di fronte. L'Argentina ha scritto la storia.