Lo sport italiano è in lutto per la morte di Ciro Franzoso. Il 48enne grande gloria del Football americano ha perso la battaglia contro il Covid-19. L'ex giocatore e allenatore da qualche giorno era stato ricoverato alle prese con il Coronavirus. Una partita che purtroppo l'ex campione d'Italia con i Giants Bolzano non è riuscito a vincere. Grande cordoglio da parte di tutto il movimento della palla ovale.

Ciro Franzoso non ce l'ha fatta. Il 48enne di Alessandria, giocatore e poi allenatore di football americano, è morto dopo una battaglia contro il Covid-19. Una grande perdita per il panorama della palla ovale italiano che perde uno dei suoi protagonisti più importanti. Nella città piemontese era stato giocatore dei Knights e aveva allenato i Centurions. In carriera conta uno scudetto con i Giants Bolzano e la guida delle squadre Bills Cavallermaggiore e Lions Bergamo. Proprio i Giants, anche attraverso la pagina Facebook, lo hanno ricordato così: "Se ne è andato oggi dopo aver combattuto sicuramente come ha fatto per tutta la sua vita sui campi da football Ciro Franzoso.I Giants di cui hai fatto parte e tutti gli atleti con cui hai condiviso il campo di battaglia e hai allenato ti mandano un abbraccio e si stringono attorno ai tuoi cari.Ciao Ciro, che la terra ti sia lieve".

Fabio Armano, coach dei Centurions Alessandria lo ha ricordato così: "Grazie per aver sopportato noi burberi orsi quando 33 anni fa da diciassettenne ti sei presentato al tuo primo allenamento con noi. Grazie per avermi convinto e indotto a giocare quell'ultima stagione 2009, quella giusta, quella che ci ha fatto alzare il trofeo più ambito del nostro sport: eravamo appena diventati Campioni D'Italia Ifl".