590 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Riccardo Muti ai membri del Governo: “L’orchestra sinonimo della società, l’impedimento all’armonia è il direttore”

Durante la prima serata di Rai1 dedicata all’opera lirica italiana, in diretta dall’Arena di Verona, Riccardo Muti si rivolge agli uomini e alle donne di Governo presenti, facendo loro un discorso sull’importanza del lavorare insieme per un unico bene comune. Infine, sottolinea, che l’unico impedimento all’armonia è la prevaricazione di un singolo.
A cura di Ilaria Costabile
590 CONDIVISIONI
Immagine

Nella serata di ieri, venerdì 7 giugno 2024, è stato trasmesso su Rai1 "La Grande Opera italiana patrimonio dell'umanità", una serata evento dall'Arena di Verona, unicamente dedicata all'opera lirica. Tanti gli ospiti e gli artisti presenti, tra cui il maestro Riccardo Muti che ha aperto la serata dirigendo alcune delle arie più famose delle opere più note al mondo. Sul finire dell'ultima esibizione, il direttore si è quindi rivolto ai membri del Governo presenti, dal ministro della Cultura alla premier Giorgia Meloni, paragonando l'orchestra alla società e sottolineando che l'impedimento all'armonia di tutti è la prevaricazione di un singolo.

Il discorso di Riccardo Muti agli uomini e alle donne di Governo

Il maestro, quindi, uno dei nomi più autorevoli della musica lirica mondiale, ancora con la bacchetta tra le mani, finito l'ultimo movimento dell'opera eseguita dall'orchestra, nel ringraziare il pubblico si rivolge poi agli "uomini e le donne di governo", prontamente inquadrati dalle telecamere. Un discorso accorato, pacato e diretto nella sua semplicità, durante il quale il maestro Muti ha sottolineato come bisogna sempre lavorare, insieme, nonostante le diversità per il raggiungimento del bene comune:

Voglio salutare, naturalmente, il Presidente della Repubblica, che ci ha fatto l'onore di essere qui stasera. Tutti i membri del governo e le autorità che ci sono che rappresentano poi questo sogno-realtà europea. Mi rivolgo agli uomini e alle donne di Governo, l'ho detto mille volte, ma forse a qualcuno è sfuggito, l'orchestra è il sinonimo di società, ci sono i violini, i violoncelli, le viole, contrabbassi, tromboni. Ognuno di loro spesso ha parti completamente diverse ma devono concorrere tutti, pur avendo frasi diverse devono concorrere ad un unico bene, che è quello dell'armonia di tutti, chiaro? Non c'è il prevaricatore, infatti molte volte io continuo a dire anche ai miei musicisti, che c'è un impedimento alla musica, ed è il direttore d'orchestra.

590 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views