34 CONDIVISIONI
Viva Rai2!

Fiorello sulla carne coltivata: “Vietare è sempre brutto, lasciamo libertà e scelga il consumatore”

Anche Fiorello dice la sua a Viva Rai2 sul tema della carne coltivata, dopo il decreto legge del governo che ne vieta la coltivazione e l’aggressione del presidente di Coldiretti ai danni dei senatori Magi e Della Vedova, che stavano protestando davanti a Palazzo Chigi. Lo showman: “Se uno vieta, poi la malavita ci mette un attimo”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Andrea Parrella
34 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Viva Rai2!

Dopo la rissa davanti Palazzo Chigi, tiene banco il tema della carne sintetica e anche Fiorello, inevitabilmente, dice la sua. Commentando l'aggressione del presidente nazionale della Coldiretti Ettore Prandini al segretario di +Europa Riccardo Magi e Benedetto Della Vedova, che sono stati spintonati e insultati davanti a Palazzo Chigi mentre protestavano contro il divieto alla carne coltivata, lo showman siciliano ha commentato la questione a Viva Rai2.

Il commento di Fiorello sul tema della carne sintetica

"Se le sono dette di cotte, crude, ma anche di cottura media", scherza Fiorello visto il tema, per poi spiegare a modo suo il tema della carne coltivata: "Si coltiva in laboratorio. Le fazioni cosa dicono? Ci sono quelli che dicono ‘meglio mangiare la carne coltivata in laboratorio, non si uccidono animali, non si inquina'. Dall'altra c'è chi difende gli agricoltori". Quindi ha aggiunto:

Se io sapessi che la carne coltivata è sana… che ne possiamo sapere? Ma se si sapesse… Vietare è sempre una cosa brutta. Io direi: volete coltivare la carne? Fatelo. Lasciamo la libertà di farlo, poi saremo noi cittadini a decidere se mangiare l'una o l'altra cosa. Se uno vieta, poi la malavita ci mette un attimo. Ti ritrovi all'uscita di scuola quello che vuole spacciarti le bistecche.

Proseguendo in chiave ironica, Fiorello ha aggiunto: "Questa devo dirla: polli, mucche e maiali sono favorevoli alla carne sintetica". I due esponenti di + Europa stavano Magi e Della Vedova stavano manifestando contro il disegno di legge di fronte alla sede del governo, esponendo un cartello con su scritto “Coltivate ignoranza, il divieto alla carne coltivata è antiscientifico e anti italiano” proprio a pochi metri dal presidio della Coldiretti. Prandini, che si trovava al presidio della Coldiretti a sostegno dell'approvazione definitiva del ddl, ha attraversato la strada puntando contro i due deputati.

L'aggressione a Palazzo Chigi, cosa è successo

"Siamo stati aggrediti davanti Palazzo Chigi dal presidente di Coldiretti", ha raccontato all'Agi anche il segretario di +Europa, Riccardo Magi. "Io e Benedetto Della Vedova siamo stati aggrediti dal presidente e da altri di Coldiretti che hanno attraversato correndo via del Corso e si sono scagliati contro di noi che eravamo davanti alla sede del governo a manifestare pacificamente" contro il divieto alla carne coltivata. "È arrivato di corsa il presidente di Coldiretti che ha cominciato a spintonare in particolare Della Vedova. Le forze dell'ordine sono intervenute e hanno dovuto allontanare Ettore Prandini", ha aggiunto.

34 CONDIVISIONI
36 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views