video suggerito
video suggerito
Isola dei famosi 2023

Gian Maria Sainato: “Sono pansessuale, amo la persona che sia uomo, donna, transgender o non binaria”

Gian Maria Sainato, intervistato da Fanpage.it, torna a parlare del suo orientamento sessuale. Poi, ripercorre l’esperienza all’Isola dei famosi 2023, dalle liti con Marco Mazzoli al presunto interesse di Cristina Scuccia nei suoi confronti. L’influencer confida di non parlare con suo padre da 10 anni e di avere sofferto di depressione. E sul Grande Fratello rivela: “Il mio agente è in contatto con la produzione, ci sono stati dei complimenti”.
A cura di Daniela Seclì
3.226 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Gian Maria Sainato si racconta in una lunga intervista rilasciata a Fanpage.it. L'influencer, reduce dall'esperienza all'Isola dei famosi 2023, ripercorre le liti, i problemi di salute, i momenti spaventosi e quelli imbarazzanti. Commenta le discussioni avute con Marco Mazzoli e racconta quando Cristina Scuccia mostrò un presunto interesse nei suoi confronti. Non nasconde la sua delusione: "All'isola non c'era equità. Per due mesi non ho sentito la mia famiglia, mentre c'erano persone che ricevevano sorprese a ogni puntata. L'ho detto anche agli autori e sono rimasti zitti". Quanto all'ipotesi di partecipare al Grande Fratello rivela: "Il mio agente è in contatto con la produzione". Poi, torna a parlare del suo essere pansessuale:

C’è stato un momento in cui pensavo di avere una preferenza solo per gli uomini, poi mi sono reso conto che non era così. Continuavo a provare attrazione anche per le donne. Così, mi sono dichiarato in famiglia e poi pubblicamente come bisessuale. Ho avuto due storie importanti. Una di un anno e mezzo con una donna e una di cinque anni con un uomo. Le altre frequentazioni, lunghe, brevi, di una sola notte, sono sempre state con entrambi i sessi. Oggi mi identifico di più come pansessuale.

Quando hai parlato della tua pansessualità, si è verificato su Google un picco di ricerche del significato di pansessuale. 

Sì, me lo hanno detto. Non immaginavo che tante persone ancora non conoscessero questo termine. Con pansessualità si indica l’attrazione emozionale, romantica e sessuale verso un individuo, senza dare importanza al sesso e al genere. "Pan" deriva dal greco e significa tutto. Trovo che si adatti perfettamente al mio pensiero sull’amore e sull’integrazione di tutti i generi, senza esclusione.

Mentre una persona bisessuale prova attrazione per più di un genere, il pansessuale può essere attratto da tutti i generi, ad esempio, anche da persone non binarie o transgender. Hai avuto relazioni anche in questo senso?

Mi è capitato di provare attrazione, ma per il momento non ho ancora avuto relazioni. Nel mio caso, confermo, l’attrazione sia mentale che fisica include tutti i generi, nessuno escluso. Quindi sì, anche transgender.

Quando sei tornato in Italia, eri convinto che ci fosse una persona ad aspettarti, ma hai raccontato di esserti ritrovato "cornuto e mazziato". Che cosa è successo?

Frequentavo una persona da tre mesi, abbastanza da farmela desiderare quando sono tornato. Invece, non mi risponde proprio ai messaggi. Visualizza e non risponde. Eppure non ho fatto niente di sbagliato. Secondo me ha paura del fatto che, ultimamente, ogni cosa che dico fa notizia.

Secondo Dagospia, avresti avuto una relazione con “un artista multimediale conosciuto in tutto il mondo”. Quanto c’è di vero?

Tutto. È stato un breve flirt. Ho rispettato la sua privacy, sia per la vita privata che ha, ma anche perché è un personaggio di cui si parla quasi ogni giorno. È molto prestigioso, lo conoscono tutti, ma non si aspettano di vederlo sulle riviste di gossip. Mi ha sempre chiesto di tenere nascosto il nostro flirt e io lo rispetto.

Nelle ultime settimane, si è parlato anche del tuo conto in banca. Mazzoli ha detto che gli hai confidato di esserti finto ricco a Riccanza. Poi, è venuto fuori che guadagni anche 15 mila euro al mese. 

Riccanza era un programma costruito, ma il nostro lifestyle era reale. Dormivo davvero negli hotel a cinque stelle e la maggior parte delle cose che gli spettatori vedevano le pagavamo di tasca nostra. Ma alcune scene, come la gita in limousine a Milano, erano richieste dalla produzione. Ovviamente io non vado in giro in limousine, né stappo champagne in piazza Duomo (ride, ndr). Sui 15 mila euro, invece, vorrei fare una precisazione.

Prego.

Ho detto che è la cifra più alta che ho guadagnato in un mese grazie a una campagna di moda importante. Sfortunatamente, mi viene da dire, non guadagno quella cifra ogni mese. Magari! Ho delle entrate fisse lavorando come brand ambassador, modello e influencer, però possono esserci mesi in cui guadagno di meno, mesi in cui guadagno di più.

Di che cifre parliamo? Sui cinquemila euro?

Indicativamente. Preferisco non dire cifre esatte perché non è mai carino parlare di soldi. Però sì, lavorando e creando contenuti, alcuni mesi posso guadagnare meno di cinquemila, altri di più, dipende.

Hai mai pensato di arrotondare con OnlyFans?

Mai. Ho molto pudore. Non dico che sia scorretto usarlo, ma non metterei mai una mia foto esplicita sul web o con un abbonamento. Ti dico un gossip. Ci sono personaggi televisivi molto conosciuti che hanno OnlyFans ma sotto altri nomi. Sono registrati con pseudonimi e puoi cercarli solo se hai il link di iscrizione.

Isola dei famosi 2023, Gian Maria Sainato e le liti con Marco Mazzoli

Immagine

Veniamo all’Isola dei famosi. Da quando sei rientrato, ti sei riadattato facilmente alla normalità o hai avuto problemi di salute?

Ho avuto problemi allo stomaco la prima notte in hotel. Mi avevano detto di mangiare piano perché avrei potuto sentirmi male, ma ho divorato venti pacchi di Oreo che contenevano quattro biscotti ciascuno. Dopo un’ora siamo andati al ristorante e ho mangiato cotoletta, spaghetti, di tutto, avevo cinque piatti davanti. La notte un mal di pancia…mai avuto così.

Posso immaginare.

Era come se avessi mangiato delle pietre. Ho svegliato mia madre, che era in hotel con me, mi ha dato un digestivo e mi ha salvato. Ho iniziato ad avere una digestione normale dopo una decina di giorni. Inizialmente era un continuo mal di pancia. Inoltre, ho delle ferite profonde che stanno guarendo solo adesso. Sull’Isola la situazione era insostenibile.

Cosa succedeva?

C'è chi è stato morso da scorpioni o ragni come Marco Mazzoli o Christopher Leoni, che aveva dei bubboni enormi e dolorosi. Chi non andava in bagno da quattro settimane. Chi si è rotto un dito. Andrea Lo Cicero, durante un gioco, si è fatto male al ginocchio e ora, in Italia, si dovrà operare e dovrà stare fermo per tre mesi. Poi, le scene di pianto di Helena Prestes che chiedeva cibo extra, ma anch’io ho avuto crisi d’ansia e dicevo: “Fateci mangiare, dateci qualcosa in più” e non accadeva. Il fatto che dallo studio, Ilary Blasi, Enrico Papi e Vladimir Luxuria sdrammatizzassero, non era proprio coerente con il nostro stato psicofisico.

Qual è stato il momento più spaventoso per te?

Mi sono spaventato la notte dell’uragano, dormivo vicino a Cristina e un tronco d’albero enorme ci è caduto in testa. Ho sentito una botta pesante sulla fronte. I naufraghi e la produzione si sono spaventati. Mi hanno chiesto se volessi chiamare un medico. Il dolore c’era, mi girava la testa, ma ho voluto aspettare fino alla mattina dopo e, fortunatamente, è passato.

Invece, qual è il ricordo più imbarazzante?

Helena, quando eravamo solo noi due a Playa Sant'Elena, era quasi tutto il tempo nuda. Quando prendeva il sole, quando faceva il bagno. La cosa inizialmente mi metteva in imbarazzo. Poi, ci siamo denudati entrambi e, mano nella mano, abbiamo preso la rincorsa e ci siamo tuffati nel mare. La scena non è andata in onda in Italia, neanche censurata.

Gian Maria Sainato e Helena Prestes, foto Frezza La Fata/IPA
Gian Maria Sainato e Helena Prestes, foto Frezza La Fata/IPA

All'Isola hai discusso con Marco Mazzoli. Tu ti sentivi discriminato, mentre lui sosteneva ti fingessi vittima di bullismo per ottenere visibilità.

L’ironia sulla mia sessualità c’è stata e, in confessionale, mi hanno confermato che era stato registrato tutto. Avevo chiesto a Paolo e Marco anche di non ironizzare sul fatto che io possa essere effeminato in alcuni momenti. Ho pianto e ci ho sofferto molto. Si sono scusati, dicendo che non avrebbero più ironizzato sul mio privato. Dopo mezz’ora, Marco mi ha accusato di volerli fare passare per omofobi. Non ho mai pensato questo, ma la loro comicità mi faceva male. Erano nervosi, volevano andare via e mi hanno preso di mira.

Hai vissuto episodi di omofobia ai tempi della scuola, immagino sia stato come riaprire quella vecchia ferita.

Sì, esatto. Lo raccontai anche allo psicologo dell'Isola, che le battute di Marco sulla mia sessualità mi facevano male perché facevano riemergere le ferite, il dolore del passato, bullismo ed omofobia veri subiti a scuola.

Ti aspettavi che Ilary Blasi ti difendesse?

Certo che sì. Dai video che arrivavano a Milano, si notava la situazione. Ma anziché difendere me, facevano sorprese a loro. Ilary mi disse anche: “Ma non è che sei tu un po’ permaloso?”. Sì, lo sono, però in quel caso sono stato male.

Marco Mazzoli e Gian Maria Sainato, fonte: Frezza La Fata/IPA
Marco Mazzoli e Gian Maria Sainato, fonte: Frezza La Fata/IPA

Se Marco Mazzoli dovesse invitarti allo Zoo di 105 per seppellire lascia di guerra, ci andresti?

Ci andrei perché ho conosciuto anche la parte buona di Marco. Abbiamo avuto un buon rapporto nelle ultime tre settimane e, una volta uscito, l’ho anche supportato. Poi, in finale, ho sentito la sua battuta in cui mi ha dato della donna.

So che quella battuta ti ha fatto molto male.

Mi ha fatto incaz**re quella battuta di mer*a. Ha messo a disagio me, ma anche mia madre, che sa quello che ho subito a scuola. Ho fatto un tweet ed è successo il finimondo. Sarei dovuto entrare in studio alle 23:30, ma il tempo passava e non mi facevano entrare. Ho pensato: “Vuoi vedere che non mi fanno entrare perché hanno paura che crei disagio in studio o dica qualcosa contro Marco?”.

In effetti, sei entrato in studio pochi minuti prima della proclamazione del vincitore.

All’una e dieci. Il nervosismo si era affievolito e non ho detto niente. Il giorno dopo ho inviato un messaggio a Vladimir, che ha risposto di non averla intesa come un’offesa. Ma non l’ha creduta nessuno, perché è una persona troppo intelligente.

Gian Maria Sainato: "Non provo più interesse per Cristina Scuccia"

Cristina Scuccia, foto: Frezza La Fata/IPA
Cristina Scuccia, foto: Frezza La Fata/IPA

Hai parlato di un interesse nei tuoi confronti da parte di Cristina Scuccia. Cosa te lo ha fatto pensare?

Me l’ha fatto intendere lei. Mi ha detto di essere single e mi ha chiesto se lo fossi anch’io. Poi, ha voluto sapere se fossi più preda o predatore. Io ho risposto preda e lei mi ha detto di essere predatrice. Mi ha chiesto se cerco qualcuno e ha commentato: “Sei un bel ragazzo, educato, gentile, hai dei bei modi, sono sicura che troverai”. Non me l’aspettavo, non si sbilancia mai. Anche gli altri hanno intuito il suo interesse, tanto che Helena le ha chiesto: “Ma è vero che ti piace Gian Maria?”, lei si è alzata e se n’è andata senza rispondere.

A quanto pare, però, è fidanzata.

Ci ha spiazzato perché ha sempre detto di essere single. Non ha mai parlato di nessuno per cinque settimane e le ultime tre si è detta innamorata. Solo che non dice il nome, né l’età, né da dove viene questa persona, quindi non si sa se sia vero o no.

Ma vi siete risentiti o rivisti dopo l’Isola?

No, non provo più quell’interesse che si stava creando anche da parte mia. Già si era affievolito quando ci hanno diviso e sono andato due settimane a Playa Sant’Elena. Ora l’unica persona che vedo e sento è Helena. Siamo molto simili, ci guardiamo negli occhi e ci capiamo. Si è creato un rapporto di amicizia fraterna.

Carlo Motta, il fidanzato di Helena Prestes, mentre eri all'Isola ti ha accusato di avere follower fake e di essere un personaggio irrilevante nel reality.

Non lo sapevo, ma penso che quando una persona è arrabbiata ne dica un po’ di ogni, quindi qualche caz*ata scappa. Mi ha chiesto scusa, ci siamo chiariti circa i miei dubbi sulla sua relazione con Helena. Si è creato un rapporto di conoscenza anche con lui. Mi ha invitato a casa sua sul Lago di Como per passare una giornata di relax insieme.

Gian Maria Sainato, Nikita Pelizon e Helena Prestes Foto: Frezza La Fata/IPA
Gian Maria Sainato, Nikita Pelizon e Helena Prestes Foto: Frezza La Fata/IPA

All’isola hai raccontato di non parlare con tuo padre da anni. Ti va di raccontarmi cosa è successo?

Non lo sento da 10 anni per via di un suo problema che può risolvere, deve solo volerlo. Per lui, abbiamo sofferto quotidianamente. A 18 anni, quando sono andato via di casa, gli ho detto che non gli avrei più parlato fino a quando non si sarebbe deciso a guarire. Una promessa brutta ma fatta per il suo bene. Oggi ho 28 anni e ancora non parlo con lui.

Ti ha seguito all’isola?

Sì, me lo ha detto mia madre. Ha visto anche il momento in cui ho parlato di lui. Mi ha scritto una lettera, l’ha consegnata agli autori, poi la puntata è slittata per il lutto per la morte di Silvio Berlusconi e la lettera non mi è più stata consegnata.

Quindi non l’hai letta?

No, è per questo che sono un po’ arrabbiato. All’isola avrebbero potuto evitare l’ennesima sorpresa a chi ne riceveva una a puntata, per sollevare un problema che in Italia coinvolge tante famiglie. Poteva servire a sensibilizzare gli spettatori, ma anche a fare trovare a mio padre il coraggio di farsi curare.

Ora potresti fare un piccolo passo nei suoi confronti e rompere il ghiaccio.

Perché no. Infatti adesso sono a Milano, poi andrò a Sapri. All’isola ho pensato molto e voglio recuperare la parte più bella di me e della mia famiglia. L’obiettivo sarà questo, recuperare ciò che ho perso.

Sui social hai raccontato di un momento molto difficile vissuto nel 2020 in cui ti sei rifugiato nel cibo. 

Era il primo lockdown, convivevo con il mio ex e non è andata bene. Sono andato in depressione, sia per la strana “reclusione” che per le liti continue con lui per la convivenza forzata. L’unico sfogo che avevo era il cibo, sono ingrassato tra i 15 e i 18 chili.

Come ne sei uscito?

Finito il lockdown ho detto basta. Sono andato da uno psicologo per la depressione e in palestra per tornare in forma. Ora sto bene. A chi lotta contro la depressione consiglio di rivolgersi al più presto a uno specialista. Non abbiate paura. Io ho risolto il problema così. Sono lì per noi.

A settembre inizierà il Grande Fratello, c’è qualche possibilità di vederti nel cast?

Ti dico che il mio agente è già in contatto con la produzione. Ci sono stati dei complimenti e un feedback positivo per come ho gestito l’esperienza dell’Isola e per la persona che è venuta fuori. Non posso dire altro.

Immagine
3.226 CONDIVISIONI
234 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views