1.761 CONDIVISIONI
Don Matteo 13
1 Aprile 2022
15:45

Don Matteo 13, Milena Miconi: “Laura Respighi trasformata in una stron*a fedifraga, una roba orrenda”

Nella prima puntata di Don Matteo 13, gli spettatori hanno assistito al ritorno del personaggio di Anceschi, interpretato da Flavio Insinna. Il colonnello ha raccontato di essere stato tradito e abbandonato dalla moglie Laura Respighi. In un’intervista rilasciata a Fanpage.it, Milena Miconi ha commentato come è stato trattato il suo personaggio.
A cura di Daniela Seclì
1.761 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Don Matteo 13

Don Matteo 13 ha fatto il suo esordio giovedì 31 marzo. Nel cast, oltre a Terence Hill, anche Flavio Insinna che per una puntata è tornato a interpretare il personaggio di Anceschi. Gli spettatori lo avevano lasciato felicemente sposato con Laura Respighi, interpretata da Milena Miconi. Tuttavia, nella tredicesima stagione, il capitano diventato colonnello ha raccontato che la moglie lo ha tradito ripetutamente e poi ha abbandonato sia lui che la figlia Valentina. In un'intervista rilasciata a Fanpage.it, Miconi ha dichiarato di non avere affatto apprezzato il modo in cui è stato trattato il suo personaggio.

Giovedì 31 marzo è andata in onda la prima puntata di Don Matteo 13, hai avuto modo di seguirla?

In questi giorni sono a teatro, per questo non ho avuto modo di vedere la puntata, ma so tutto perché me lo hanno raccontato i miei cari.

Nella serie, si è tornati a parlare del personaggio di Laura Respighi, che tu stessa hai interpretato nella quarta e quinta stagione. Laura, dopo aver tradito ripetutamente Anceschi, ha abbandonato sia lui che la figlia Valentina.

È molto triste questa cosa. La trovo una mancanza di rispetto verso la gente che ha amato quel personaggio, ma anche verso loro stessi che lo hanno creato. Inizialmente sembrava volessero darla per morta e mi sembrava una scelta banale. Col senno di poi dico che sarebbe stato meglio. Probabilmente, dopo essere stati criticati per le morti continue nelle loro serie, si sono tutelati così. O è una questione personale nei miei riguardi, perché non si capisce (ride, ndr).

Questo declino del personaggio di Laura, ti pare un'evoluzione credibile?

No, stiamo parlando di un personaggio che era pulitissimo, una persona perbene, il sindaco a cui la comunità si affidava. Laura Respighi era figlia di un militare, una donna inquadrata. Inoltre, sai quale trovo che sia l'incoerenza più grande?

Quale?

Laura non aveva esitato a prendersi cura della piccola Camilla, una bambina orfana che arrivava dalla Boliva. Una donna così, sempre molto rigorosa, attenta al prossimo, perbene, improvvisamente impazzisce e diventa una traditrice che abbandona la figlia? Non è credibile.

Personalmente, ho notato una bizzarra contrapposizione tra la traditrice Laura e il marito devoto Anceschi, schiacciato dal dolore dell'abbandono e che quando litiga con la figlia le dice: "Fai un sacco di cose sbagliate, proprio come tua madre".

Ti sembra normale? Credo sia una mancanza di rispetto nei confronti delle donne, viene fuori un'immagine terribile, bruttissima. Non puoi pensare di distruggere così un personaggio. Hanno deciso che questa dovesse essere una stron*a, ma perché? Ma poi è proprio brutto. Una roba orrenda. Devo essere onesta. È vero che io non c'entro niente perché sono solo l'attrice che l'ha interpretata, però in tanti hanno amato Laura e ancora mi fermano per strada chiamandomi "il sindaco". Essere affiancata a una donna che è diventata così, francamente no grazie. Se avessero fatto interpretare Laura Respighi a un'altra attrice, probabilmente non mi sarebbe interessato. Siccome è rimasta con la mia faccia…

Ci tengo a sottolineare che nella vita privata, tu e Laura avete avuto due percorsi molto diversi.

Io sto con mio marito da oltre vent'anni e abbiamo due figlie. Sì, la mia storia è molto diversa da quella di Laura. Resta il fatto che la stessa Respighi, per come l'hanno raccontata nella tredicesima stagione, non è lei. Non è in linea con quello che era. Gli sceneggiatori, per il mestiere che fanno, dovrebbero avere diecimila soluzioni, prima di snaturare un personaggio.

Cosa rispondi a chi sostiene che tu stia "rosicando" per non essere stata richiamata sul set di Don Matteo?

Che semplicemente non è vero. Io sto facendo tante altre cose, lavoro, sono una che grazie a Dio non si ferma mai. Ho recitato in Don Matteo quindici anni fa, sono felice di averlo fatto. Punto. Certo, mi avrebbe fatto piacere tornare in una puntata, come gesto di affetto nei confronti di un progetto a cui ho partecipato con amore  e divertimento. Ma, per il resto, non mi interessa.

1.761 CONDIVISIONI
20 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni