155 CONDIVISIONI
4 Agosto 2013
16:30

Venice Beach, auto impazzita travolge e uccide donna italiana (VIDEO)

Si tratterebbe di Alice Gruppioni, figlia dell’ex presidente del Bologna. Si era sposata lo scorso 20 luglio ed era in viaggio di nozze con il marito a Los Angeles.
A cura di Biagio Chiariello
155 CONDIVISIONI

E' piombato con l'auto sulla passerella pedonale di Venice Beach a Los Angeles uccidendo una persona e ferendone altre 11, poi è fuggito. La vittima sarebbe la bolognese Alice Gruppioni. La famiglia contattata al telefono da LaPresse conferma la morte della donna, figlia di Valerio Gruppioni, imprenditore ed ex presidente del Bologna Calcio, ora Ceo di Sira gruop. Alice si era sposata lo scorso 20 luglio ed era in viaggio di nozze con il marito. La zia, la sorella e il suocero della donna sono già partiti per Los Angeles. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il pirata sarebbe uscito di strada con l'auto che, impazzita, ha invaso la passerella pedonale. Nell'impatto, l'italiana è morta sul colpo, mentre il marito sarebbe illeso. L'uomo è corso all'ospedale con un addetto consolare, ma per la moglie non c'è stato nulla da fare. Il pirata, secondo i testimoni un ragazzo sui vent'anni, è poi fuggito cercando di far perdere le proprie tracce abbandonando la propria vettura a Santa Monica. L'incidente è stato ripreso da alcune telecamere di sicurezza. Secondo quanto emerso, gli agenti avrebbero fermato un sospettato.

155 CONDIVISIONI
Viareggio: positiva all'alcol test, donna travolge e uccide un uomo e il suo cane
Viareggio: positiva all'alcol test, donna travolge e uccide un uomo e il suo cane
Maltempo, donna intrappolata nella sua auto: automobilista la porta in salvo
Maltempo, donna intrappolata nella sua auto: automobilista la porta in salvo
10.324 di Viral News
Palermo, auto travolge e uccide motociclista e scappa: si costituisce pirata della strada
Palermo, auto travolge e uccide motociclista e scappa: si costituisce pirata della strada
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni