"IM GOD", "Sono Dio". Non si può dire che sia un esempio di umiltà Bennie Hart, un uomo del Kentucky che dopo una battaglia legale durata quasi quattro anni  ha ottenuto il via libera ad applicare sulla targa della sua auto la stravagante scritta personalizzata. "Nessuno può dimostrare di non essere Dio", ha dichiarato l'uomo, di 80 anni, dopo aver ottenuto il via libera. Negli Stati Uniti, infatti, è possibile richiedere una targa personalizzata per la propria automobile e le richieste bizzarre non sono affatto poche.

Bennie Hart per 12 anni, quando viveva in Ohio, ha tenuto sulla sua targa la scritta "IM GOD". E quando, nel 2016, si è trasferito in Kentucky ha fatto richiesta per avere lo stesso testo. "La mia non è una provocazione. Voglio semplicemente la possibilità come chiunque altro di poter scegliere un messaggio personale per la mia targa, come ogni automobilista”, ha spiegato l'uomo. Le autorità del conservatore stato del Kentucky, tuttavia, gli hanno negato la targa, sostenendo che fosse offensiva e che potesse distrarre gli altri automobilisti.

Hart non si è arreso, ne ha fatto una "questione di principio" e, imperterrito, ha deciso di denunciare lo Stato, ritenendo che sia stato limitato il suo diritto di parola. Così, alla fine, ha avuto la meglio. Spetterà alle autorità del Kentucky sostenere le spese legali e l'uomo, finalmente, potrà posizionare sulla sua Jeep la sua amata targa. "Pensavo che sarei morto prima di potere ottenere il via libera", ha detto.