Jade Owens, una ragazzina di 14 anni di Manchester, è morta dopo essere stata ricoverata per tre settimane in gravissime condizioni nell'ospedale della città inglese: aveva contratto un'infezione trasmessa da una muffa tossica. La giovanissima aveva iniziato a tossire sangue così i genitori, che dapprima credevano che fosse solo malata di influenza, hanno deciso di accompagnarla al pronto soccorso dove i medici hanno scoperto che aveva un'infezione grave e il diabete, mettendola in coma farmacologico per non aggravare la sua condizione.

Non è chiaro come la ragazza sia entrata a contatto con la muffa, ma il sospetto è che possa aver respirato delle spore. Generalmente questo tipo di muffa non causa la morte se non in soggetti con il sistema immunitario indebolito come quello della 14enne. Jade, infatti, aveva il diabete di Tipo 1, anche se non le era stato ancora diagnosticato, e questo l'ha esposta maggiormente all'infezione.

In un primo momento la ragazza ha accusato dei sintomi simili a quelli dell'influenza, così i genitori hanno chiamato il medico che le ha prescritto degli antibiotici per una bronchite. Alcuni giorni dopo però Jade è peggiorata e ha iniziato a tossire sangue così l'hanno subito portata in ospedale, come riporta anche la stampa locale. Jade è stata messa in coma ma era riuscita a svegliarsi, malgrado le preoccupazioni dei medici sembrava stare meglio. All'improvviso ha avuto una brutta crisi respiratoria da cui non è riuscita a salvarsi.