Daniel Crase e suo zio Brian erano inseparabili, uscivano insieme e si divertivano un mondo, con l'adulto sempre pronto a soddisfare i desideri del piccolo di dieci anni. Così quando l'uomo è morto improvvisamente per un attacco di cuore, il piccolo Daniel è rimasto sconvolto e turbato di fronte a una notizia tanto tragica quanto inattesa. Dopo i primi giorni di dolore, però, ha deciso che avrebbe dovuto reagire e fare qualcosa per lo zio. Nonostante tenesse tanto ai suoi giochi, Daniel ha preso tutti i suoi giocattoli e ha deciso di venderli per recuperare la somma necessaria a pagare i funerali dello zio scomparso. La storia arriva da Muldrow, piccolo un comune degli Stati Uniti d'America, situato nella Contea di Sequoyahm nello Stato dell'Oklahoma

"Mi ha detto ‘nonna voglio raccogliere fondi per mio zio Brian' ma io gli ho risposto che non sapevo come farlo, ma lui subito ha ribattuto ‘ io so come fare", ha rivelato Brenda Crase, la nonna di Daniel. Il ragazzino ha cercato prima di raccogliere fondi vendendo i suoi giocattoli in strada davanti al garage della sua famiglia ma senza successo così ha deciso di spostarsi davanti a un supermercato locale. "Ha organizzato una piccola vendita nel nostro cortile ma non ha funzionato. Quindi ha detto ‘Portami al supermercato perché ho intenzione di raccogliere fondi per mio zio Brian, è quello che devo fare" ha spiegato sempre Brenda. Un impegno che lo ha portato a raccogliere finora circa 400 dollari ma il suo obiettivo è molto più ambizioso. "L'ho cresciuto e mi sono presa cura di lui fin da quando è stato portato a casa dall'ospedale e oggi sono tanto orgogliosa del ragazzino che è diventato. Mi fa sentire bene perché so che ho cresciuto il mio bambino nel modo giusto, e ha l'amore nel suo cuore" ha rivelato la signora Brenda Crase.