Freddy McConnell, un uomo transessuale britannico, ha intrapreso una battaglia legale affinché possa essere registrato come padre e non come madre del bambino che ha dato alla luce. McConnell è nato donna ma si è poi sottoposta a una cura ormonale e a tutti gli interventi chirurgici necessari per diventare uomo. Ci è riuscito, ma ciò non gli ha impedito di rimanere incinta e partorire un figlio. Al momento di registrarlo all'anagrafe però sono sopraggiunti i problemi; ha chiesto di poter essere definito padre sul certificato di nascita, ma è stato comunque identificato come madre.

Freddy McConnell, giornalista del Guardian, ha effettuato la transizione da donna a uomo nel 2018, otto anni dopo essersi reso conto di essere transessuale e aver iniziato una cura a base di testosterone. Nel 2016 si è sottoposto a un primo intervento chirurgico di rimodellamento del torace e pochi mesi dopo è rimasto incinta grazie a  un donatore di sperma. Durante la gravidanza, e mentre stava ultimando la transizione da donna a uomo, McConnell ha ottenuto un certificato che ne riconosce il suo nuovo "genere" sessuale. Per questo ora pretende di poter essere definito padre a tutti gli effetti.