Non voleva andare a scuola, nonostante i suoi genitori avessero già pagato con molti sacrifici le tasse scolastiche, così i suoi compagni sono andati a prenderlo, lo hanno caricato sulle loro spalle e lo hanno letteralmente trascinato di nuovo sui banchi. Le immagini, che arrivano dalla città nigeriana di Enugu, sono finite su Facebook sul profilo di tale Chukwunonso Peter e hanno fatto ben presto il giro del web: si vede chiaramente lo studente con sguardo accigliato mentre viene accompagnato in classe. "Non vogliamo che butti all'aria il suo futuro", è stato il commento dei ragazzini, così come riporta la stampa locale. In realtà, non avevano fatto altro che obbedire agli ordini della mamma e del papà dell'amico.

Secondo Chukwunonso Peter, l'alunno si era infatti rifiutato di andare a scuola giorni dopo che i suoi genitori avevano già pagato le sue tasse, quindi quest'ultimi hanno dovuto chiedere aiuto ai suoi compagni di classe per portarlo con forza a scuola. Sono pochi, infatti, in Nigeria i bambini che possono permettersi un'istruzione, che viene considerata un vero e proprio privilegio. Secondo dati Unicef del 2017, la presenza di gruppi estremisti soprattutto nel Nord Est del Paese ha comportato la chiusura di oltre il 57% delle scuole solo nello stato del Borneo, lasciando senza lezioni circa tre milioni di minori. Per questo, il gesto immortalato a Enugu ha avuto un significato molto particolare per i cittadini.