Quando è venuta al mondo, la piccolissima Clara Healy è stata ribattezzata dai media inglesi come “la neonata trasparente”. Il motivo è presto detto: la pelle della bimba, nata molto prematura, esattamente a 24 settimane e un giorno, presentava come una pellicola invisibile, e il suo corpicino era così minuscolo che stava tutto nella mano di suo papà. Appena 450 grammi di peso: più o meno come quattro panetti di burro. Sua madre ha ammesso di avere quasi paura a toccarla nei suoi primi giorni di vita, “per paura di farle del male” tanto era piccina.

Ma col passare dei giorni, Clara ha continuato a crescere. E a stare meglio I suoi genitori, Corey (24 anni) e Sophie (23) assicurano che ora la loro figlioletta  sta bene, è forte e robusta. Da qualche settimana è uscita dall’incubatrice, respira autonomamente ed è tornata nella sua casa dei suoi genitori a Cumbernauld, in Scozia. Clara è nata lo scorso marzo e “aveva il corpo trasparente”, ricorda il padre Corey. Lui e sua moglie hanno dovuto attendere tre settimane solo per poterla prendere in braccio: i medici temevano infatti il rischio di un’infezione. Ma sono comunque riusciti a stare con lei, documentando le sue prime settimane di vita in tantissime foto e riprese video, poi caricati sul profilo Facebook di mamma Sophie.

Ora Clara ha 5 mesi e pesa 4 kg. Il fatto che in così poco tempo sia riuscita a riprendersi così velocemente è per i genitori “un piccolo miracolo”.