13 Settembre 2021
16:50

Venerdì 17 settembre giorno da incubo a Roma, sciopero dei trasporti indetto dal sindacato USB

Pubblico e privato scioperano per 24 ore: a rischio il trasporto garantito da Atac, Roma Tpl e Cotral. Potrebbero fermarsi bus, tram, metropolitana, Roma-Lido, Roma-Pantano e Roma-Viterbo. Salve solo le fasce di garanzia: la mattina fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Il sindacato USB: “Contro l’attacco ai diritti dei lavoratori, per il contratto e la sicurezza”.
A cura di Luca Ferrero

Venerdì 17 settembre  si prospetta come un giorno da incubo per i romani, e non si tratta di superstizione. Il Coordinamento Nazionale USB Lavoro Privato ha proclamato per questa giornata lo sciopero nazionale di 24 ore. Per l'Unione Sindacale di Base, "i diritti dei lavoratori sono sotto attacco". A serio rischio la mobilità nella capitale: interessata sia la rete Atac che quella di Roma Tpl. Si aggiungono anche i conducenti Cotral.

24 ore di sciopero: Roma rischia di restare senza trasporto pubblico

Lo sciopero è nazionale ma gli effetti locali potrebbero essere molto pesanti. L'agitazione riguarderà sia la rete Atac, che comprende bus, tram, metropolitane e ferrovie, che le linee periferiche di bus gestite dalla società privata Roma Tpl. Anche Cotral comunica sul suo sito l'adesione allo sciopero. A rischio il funzionamento dell'intera rete dei trasporti urbani della capitale e non solo: potrebbero fermarsi anche le linee Roma-Lido, Roma-Pantano e Roma-Viterbo. I lavoratori incroceranno le braccia dalle 8.30 di mattina fino alle 17 e dalle ore 20 fino a fine servizio. Dunque, servizio regolare garantito dall'inizio del servizio diurno fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20: le partenze dai capolinea sono assicurate solo in queste fasce orarie. Per il servizio notturno, previsti stop sulle linee bus "n" nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 settembre. Potrebbero invece subire variazioni, nella notte tra venerdì 17 e sabato 18, le corse sulle linee 38, 44, 61, 86, 170, 246, 301, 314, 404, 444, 451, 664, 881, 916 e 980 e sulle linee 314-404-444 di Roma Tpl.

Chiuse le biglietterie, ferme le scale mobili

Nelle stazioni ferroviarie e della metropolitana potrebbero fermarsi tutti i servizi di accessibilità: scale mobili, ascensori e montacarichi. Anche il servizio di biglietteria non è garantito, resterà invece aperto quello online. Eventuali disagi riguarderanno anche altre attività al pubblico offerte da Roma Servizi per la Mobilità: potrebbero rimanere chiusi lo sportello permessi dell'Eur, l'infobox della stazione Termini e il contact center. Un blocco che riuscirebbe a paralizzare l'intera città.

"Diritti, contratto e sicurezza": le motivazioni dello sciopero

Lo sciopero proclamato dal sindacato USB arriva in un momento di tensione: i lavoratori dei trasporti aspettano gli esiti della vertenza che riguarda il rinnovo contrattuale. Gli autoferrotranvieri del Coordinamento Nazionale scrivono tutte le motivazioni dello sciopero in un comunicato stampa pubblicato sul sito. Tante le richieste: riduzione dell'orario, salario minimo per legge, maggiore sicurezza, blocco dei licenziamenti. In testa alle richieste, dopo la vicenda Alitalia, rimane la "nazionalizzazione dei settori e delle aziende strategici".

Sciopero dei trasporti lunedì 11 ottobre a Roma: bus e metro a rischio per 24 ore
Sciopero dei trasporti lunedì 11 ottobre a Roma: bus e metro a rischio per 24 ore
Sciopero trasporti oggi 11 ottobre a Roma: chiusa la ferrovia Termini-Centocelle
Sciopero trasporti oggi 11 ottobre a Roma: chiusa la ferrovia Termini-Centocelle
Sciopero dei trasporti a Roma: chiusa la Metro C e la ferrovia Termini Centocelle, disagi
Sciopero dei trasporti a Roma: chiusa la Metro C e la ferrovia Termini Centocelle, disagi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni