Una bimba di appena due mesi è morta questa mattina a Ostia, litorale di Roma, per soffocamento. Secondo le primissime informazioni, la piccola sarebbe morta a causa del rigurgito del latte che aveva preso dal seno della mamma. Accompagnata d'urgenza al pronto soccorso, purtroppo per la neonata non c'è stata niente da fare: è morta poco dopo le 10,30 di questa mattina. Sulla vicenda stanno indagando gli agenti della questura di Roma, Decimo Distretto Lido. La notizia è stata riportata dal quotidiano locale Canale10 e confermata dalla questura di Roma a Fanpage.it

La piccola è morta all'ospedale Grassi di Ostia

Secondo le prime ricostruzioni, la mamma si è accorta subito di quanto stava accadendo, ha chiamato il marito per chiedere aiuto, i due hanno provato a salvare la bimba con manovre di disostruzione, ma in seguito hanno deciso di portarla di corsa al pronto soccorso dell'ospedale Grassi di Ostia. I medici non hanno potuto fare molto per salvarla. La piccola è morta per arresto cardio circolatorio a causa, quasi sicuramente, di sindrome da morte improvvisa del lattante. Inizialmente la salma era stata affidata all'autorità giudiziaria, ma in seguito è stata riconsegnata ai genitori, dato che non sembrano esserci dubbi sulla dinamica e quindi non è necessaria l'autopsia. Stando a quanto si apprende, la mamma della vittima è di origine indiana e il papà di origini sudamericane. Nessun dubbio da parte degli investigatori in merito alla loro versione dei fatti: la bimba, purtroppo, è morta a causa del rigurgito dopo aver ingerito del latte preso dal seno di sua madre. Impossibile salvargli la vita.