25 Agosto 2022
20:05

Sfregiato il murale arcobaleno dedicato a Raffaella Carrà: è la seconda volta in un anno

Il murale dedicato a Raffaella Carrà nella gay street romana è stato distrutto. Realizzato da Mr Churro, era comparso poco dopo la morte della showgirl.
A cura di Beatrice Tominic

È stato applicato sul muro poco più di un anno fa e ieri, per la seconda volta, è stato vandalizzato: il murale dedicato a Raffaella Carrà è stato distrutto, al suo posto restano soltanto dei tratti della fronte della showgirl, la figura dell'uomo che grida "meno silenzio più rumore" e un accenno della bandiera arcobaleno. Tutto il volto della showgirl è stato completamente sfregiato.

Il murale, realizzato dallo street artist Mr Churro, era comparso poco più di un anno fa, nei giorni immediatamente successivi alla morte star della televisione italiana, davanti al Colosseo, su un muro di via di San Giovanni in Laterano, la gay street romana. L'opera rappresentava un omaggio a Raffaella Carrà, icona LGBTQAI+: per questa ragione sono molte le persone che ipotazzano che, dietro al gesto vandalico, possa celarsi un attacco omofobo.

La reazione sul web

A denunciarlo è stato Fabrizio Marrazzo, portavoce del Partito Gay, che in una nota condivisa sui social ha dato voce alla sua rabbia: "Ennesima vergogna Capitale! A poco più di un anno dalla scomparsa di Raffaella Carrà e dalla realizzazione del murale LGBT+ a lei dedicato nei pressi della “gaystreet” di Roma, delle persone incivili e a quanto si può intuire dal gesto anche omofobe hanno pensato bene di distruggerlo nuovamente", ha scritto, condividendo l'immagine dell'opera deturpata. Poi si è appellato direttamente al Campidoglio: "Chiediamo al comune di Roma, guidata da una giunta che si definisce progressista e a favore dei diritti civili e della nostra comunità almeno a parole, di dare agli artisti uno spazio controllato e sicuro per fare un murale ufficiale della comunità LGBT+ a Raffaella Carrà".

Il precedente

Già nell'autunno scorso il murale dedicato alla showgirl era stato sfigurato: secondo il gruppo di fan che aveva denunciato il gesto, vicino all'opera deturpata sarebbe stato attaccato l'adesivo di un gruppo di estrema destra, forse per rivendicare il gesto.

Morto Augusto Giuseppucci, era fratello di Franco detto Il Negro, boss della Banda della Magliana
Morto Augusto Giuseppucci, era fratello di Franco detto Il Negro, boss della Banda della Magliana
Si perdono sui Monti Lepini durante una gita: elicottero porta in salvo 11 escursionisti romani
Si perdono sui Monti Lepini durante una gita: elicottero porta in salvo 11 escursionisti romani
Attivisti per il clima bloccano il Gra, gli automobilisti li prendono a calci:
Attivisti per il clima bloccano il Gra, gli automobilisti li prendono a calci: "Cogl...andate via!"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni