La Regione Lazio ha firmato oggi l'accordo con con i sindacati che prevede la proroga al 31 dicembre di tutti i contratti sanitari in scadenza per l'emergenza Covid. Questa decisione riguarda circa 3mila operatori sanitari nell'area medica impegnati nel contrasto al coronavirus. Nel frattempo, ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, "si avvierà un percorso per la riprogrammazione di una nuova stagione di concorsi pubblici in cui verrà, tra le altre cose, tenuta in considerazione l'esperienza maturata. E' una firma di un accordo importante alla vigilia della Festa del Lavoro. Desidero ringraziare tutti i nostri operatori nei centri vaccinali che anche domani 1° maggio garantiranno, senza eccezione, la somministrazione dei vaccini".

Marta Bonafoni: "Ottima notizia per 3mila operatori sanitari"

Per la capogruppo della Lista Zingaretti alla Regione Lazio, Marta Bonafoni, si tratta di un'ottima notizia non solo per le sorti dei 3 mila operatori del comparto e dell’area medica impegnati nel contrasto al Covid ma perché è un segno di rilancio della sanità pubblica, indipendentemente dalla pandemia. Difatti, come ha annunciato l’assessore Alessio D’Amato, la Regione avvierà anche nuova stagione di concorsi pubblici. La sanità territoriale si rilancia per prima cosa con le assunzioni e questo è un giusto messaggio che arriva alla vigilia del Primo Maggio”.  "Ringrazio di cuore tutti i lavoratori e le lavoratrici che ogni giorno garantiscono il diritto alla salute dei cittadini e delle cittadine del Lazio, in primis rendendo possibile, operativa ed efficace la campagna vaccinale regionale che prosegue spedita. Ciascuno di noi sta facendo la sua parte per rendere il Lazio un'eccellenza nella programmazione e somministrazione dei vaccini anti-covid e il comparto sanitario è il motore di questa battaglia", ha dichiarato la consigliera Eleonora Mattia, presidente IX Commissione lavoro in Consiglio Regionale del Lazio.