113 CONDIVISIONI

Quante pietre da inciampo ci sono a Roma e dove trovarle: la mappa

Nella città di Roma si contano circa 300 pietre di inciampo, i sampietrini di ottone in ricordo delle vittime della Shoah: ecco dove si trovano.
A cura di Beatrice Tominic
113 CONDIVISIONI

Nella città di Roma le pietre di inciampo cioè i sampietrini in ottone che ricordano le vittime della Shoah, conosciuti in lingua tedesca come  Stolpersteine, nel 2020 si contavano 336 pietre di inciampo, ma nell'arco di quest'ultimo anno ne sono state aggiunte di nuove e si trovano su tutto il territorio della capitale, in ogni municipio. Le Stolpersteine sono quadrati delle dimensioni simili ai sampietrini, ma realizzati in ottone: con le loro scritte sulla superficie, ricordano a qualsiasi persona "inciampi" su di esse le deportazioni avvenute per mano nazista.

Le prime sono state installate nel 1995 dall'artista tedesco Gunter Demnig, ma oggi si trovano in tutta Europa, più in particolare in Germania, Austria, Ungheria, Ucraina, Cecoslovacchia, Polonia, Paesi Bassi e in Italia se ne contano 22mila di cui, appunto, 300 soltanto nella città di Roma. L'idea è nata nel 1990 a Colonia, quando una signora ha negato la deportazione di 1000 sinti nel 1940, come "prova generale" per la deportazione degli ebrei. Da allora Demnig ha deciso di dedicarsi al ricordo dei deportati razziali, politici, omosessuali, rom e militari in tutto il mondo. Per farlo ha scelto di installare sampietrini d'ottone dove, tendenzialmente, è più facile inciampare (il termine Stolpersteine, in lingua tedesca, significa proprio "ostacolo") e leggere le scritte sulla superficie: su ogni inciampo, infatti, sono riportati il nome e il cognome della vittima, la data di nascita e quella di morte, il luogo in cui è stato deportato e, talvolta, dove aveva vissuto prima di quel giorno: spesso, però, le pietre sono posizionate in prossimità dell'abitazione della persona che vogliono ricordare.

Nella capitale è possibile seguire un vero e proprio itinerario attraverso i vari municipi durante il quale ogni visitatore può riuscire ad individuarle tutte.

Quante pietre da inciampo ci sono nei municipi di Roma: l'elenco aggiornato al 2022

Nel 2020, nella città di Roma, le pietre di inciampo in ricordo delle persone deportate durante il regime nazifascista sono 336 e si contano sul territorio di tutti i municipi. Nel corso di questo ultimo anno ne sono state aggiunte altre, 21 nel solo mese di gennaio 2021. Scopriamo i municipi con il maggior numero di pietre di inciampo e vediamo quelle posizionate nel 2021.

Nel primo municipio, dove sorge il quartiere ebraico, negli anni sono state inserite molte pietre di inciampo. Soltanto nel 2011, ad esempio, ne sono state installate 48, mentre il 19 gennaio del 2021, ne sono state aggiunte altre in:

  • via Portico d’Ottavia,
  • via Sant’Ambrogio,
  • via Arenula,
  • piazza San Cosimato.

Nel secondo municipio, quello che comprende anche Villa Borghese e l'Auditorium Parco della Musica, invece, è stata stilata una vera e propria mappa per rintracciare le 28 pietre di inciampoche si trovano in :

  • Via Flaminia,
  • Corso Trieste,
  • Via Eleonora d'Arborea,
  • Via Flaminia,
  • Via Padova,
  • Via Flaminia,
  • Via Alessandro Torlonia,
  • Via Eleonora d'Arborea,
  • Via Paraguay,
  • Via Po,
  • Viale XXI Aprile,
  • Via Flaminia,
  • Via Po,
  • Via Lima,
  • Via Livorno,
  • Via Omero, Via Padova,
  • Piazza Bologna,
  • Piazza Ledro,
  • Via Panama,
  • Via Reggio Emilia,
  • Via Flaminia,
  • Via Flaminia,
  • Via Emanuele Gianturco,
  • Via Caserta,
  • Via Salaria,
  • Via Guglielmo Saliceto,
  • Via Francesco Siacci.

Anche nel terzo municipio, quello di Montesacro, compaiono diverse pietre di inciampo: soltanto nel 2019 sono state posate 4 pietre di inciampo al civico 15 di via Maiella, dove abitava una famiglia con due figli interamente sterminata. Due anni dopo, nel 2021 sono state aggiunte altre due pietre in via Monte Tomatico e in via Monte Nevoso.

Nel quarto municipio, che comprende, fra gli altri, i quartieri di Casal Bertone, il Tiburtino e San Basilio, è possibile "inciampare" sui sampietrini di ottone passando per le vie:

  • piazzale Cuoco,
  • viale Cirene,
  • viale Corsica,
  • via Giuriati,
  • via Giuriati,
  • via F.lli Bronzetti,
  • viale Piceno,
  • via Marcona,
  • via Bezzecca,
  • via Flora.

Nel quinto municipio le pietre di inciampo sono più di una ventina. In particolare nel 2020 e nel 2021 ne sono state installate 4 nuove che si possono trovare in:

  • via Giovenale,
  • via Ceccano,
  • via Ceprano,
  • via Tor De Schiavi.

Nel sesto e nel settimo municipio nel corso di gennaio 2021 non sono state installate nuove pietre di inciampo mentre nell'ottavo ne è stata posta una, in piazza Biffi. Nei giorni scorsi, proprio in quest'ultimo municipio, ne sono state posizionate altre 4 in via Percoto, via De Nobili e due via Rubino.

Nel tredicesimo municipio, infine, al confine con il primo, nella zona di via Gregorio VII è stata inserita una pietra di inciampo, in vicolo del Gelsomino.

113 CONDIVISIONI
Roma, la mappa dei tifosi: dove ci sono più romanisti e dove più laziali
Roma, la mappa dei tifosi: dove ci sono più romanisti e dove più laziali
Turista trovata morta in una camera d'albergo vicino San Pietro
Turista trovata morta in una camera d'albergo vicino San Pietro
Sandro Possanza scomparso da Roma, l'appello: "Avvistamento in via Casilina, aiutateci a trovarlo"
Sandro Possanza scomparso da Roma, l'appello: "Avvistamento in via Casilina, aiutateci a trovarlo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni