Covid 19
6 Dicembre 2021
18:49

Perché il Lazio resterà in zona bianca e non passerà in zona gialla a Natale

I dati aggiornati sull’andamento della pandemia da coronavirus nel Lazio: ecco perché la regione resterà in zona bianca e non passerà in zona gialla a Natale.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Secondo gli ultimi dati Agenas il Lazio rischia di passare presto in zona gialla perché le terapie intensive avrebbero già superato la soglia critica fissata dal governo per il cambio di colore (per il passaggio serve anche un'incidenza superiore a 50 casi ogni 100mila abitanti e il 15% di posti letto ordinari occupati). I numeri, tuttavia, non sono aggiornati. Come abbiamo spiegato, il numero di posti letto in terapia intensiva attivati dalla Regione Lazio non è stato aggiornato sul sito dell'Agenas: sono riportati 943 posti attivati, ma in realtà il presidente Zingaretti ha chiesto e ottenuto dagli ospedali della rete Covid di renderne immediatamente disponibili circa 200 in più.

I dati sulle terapie intensive del Lazio

Secondo l'Agenas il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva del Lazio è pari a oltre il 10 per cento, al limite del superamento della soglia critica. Questa percentuale, tuttavia, fa riferimento a un numero di posti letto non aggiornato e che peraltro non è preso in considerazione dalla cabina di regia del governo per la valutazione dei passaggi di zona delle Regioni. Nel report di venerdì 2 dicembre, infatti, il tasso di occupazione delle terapie intensive del Lazio era pari al 7,8 per cento e da quel giorno i ricoveri sono aumentati soltanto di due unità. Secondo l'assessore D'Amato "se il Lazio va in giallo, va in giallo tutta l'Italia dal momento che noi abbiamo l'Rt più basso di quello nazionale. A noi non spaventa la zona gialla ma, al momento, da qui alle prossime due settimane non ci sono segnali in tal senso. Anzi, stiamo lavorando affinché venga confermato questo rallentamento della velocità di trasmissione e credo che i dati su questo ci conforteranno, come anche i dati del prossimo Rt".

Lazio, lieve miglioramento sull'andamento dei contagi

Secondo gli ultimi dati messi a disposizione dalla Regione Lazio la media dei nuovi casi è praticamente stabile negli ultimi dieci giorni. L'indice Rt, come sottolineato dall'assessore D'Amato, è in calo ed è uno dei più bassi d'Italia e inoltre stanno diminuendo, lievemente, anche i nuovi ingressi per Covid nei reparti ordinari e nelle terapie intensive. A questo ritmo il Lazio quasi certamente non entrerà in zona gialla prima di Natale, ma ovviamente i cenoni e le feste potrebbero contribuire a fare rialzare il numero dei contagi e dei ricoveri a febbraio. La speranza è che l'incremento delle terze dosi e la vaccinazione dei bambini possa contribuire a frenare un nuovo aumento dei casi: "Se la velocità di vaccinazione continua così, se le regole vengono rispettate possiamo presumibilmente dire che da qui a Natale non ci saranno cambi di zona", ha dichiarato l'assessore D'Amato.

L’indice Rt nel Lazio
L’indice Rt nel Lazio
Numero di casi giornalieri nel Lazio
Numero di casi giornalieri nel Lazio
29789 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni