92 CONDIVISIONI
Giubileo 2025

Nanni (Azione) eletto presidente Commissione Giubileo: “Un’occasione per ricucire centro e periferie”

Dario Nanni, presidente della Commissione capitolina sul Giubileo, ai microfoni di Fanpage.it: “Occorre realizzare una serie di opere infrastrutturali per le periferie, guardando alle parole del Papa che dice che bisogna pensare a chi è rimasto indietro, agli ultimi. Penso in questo senso a tutta una serie di interventi che rimangano alla città per i prossimi anni e che servano a ricucire centro e periferie”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Roma Fanpage.it
A cura di Enrico Tata
92 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Giubileo 2025

"Per me è una ripartenza, la vivo con molto entusiasmo. Già la prossima settimana convocherò una commissione per fare il punto su tutte le attività che dovremo svolgere", ha dichiarato ai microfoni di Fanpage.it il consigliere di Azione Dario Nanni, eletto presidente della Commissione Giubileo. "All'ordine del giorno ci sono tre temi fondamentali: l'organizzazione dell'evento e tutto quello che comporta la parte politico-amministrativa del Comune di Roma, a cui spetta l'organizzazione dei servizi, delle attività e dell'accoglienza e su questo non dobbiamo farci trovare impreparati. L'altro tema è quello delle opere incompiute e cioè concludere tutte quelle opere progettate, finanziate in parte, ma non realizzate. Ero in Assemblea Capitolina quando nel 2015 c'è stato il Giubileo straordinario. Furono pensate tutta una serie di opere, alcune furono progettate, altre furono anche finanziate, ma sono rimaste incompiute. Il terzo tema è realizzare una serie di opere infrastrutturali per le periferie, guardando alle parole del Papa che dice che bisogna pensare a chi è rimasto indietro, agli ultimi. Penso in questo senso a tutta una serie di interventi che rimangano alla città per i prossimi anni. Basta con le cattedrali nel deserto che poi restano lì e non servono a niente", ha dichiarato il presidente.

Secondo Nanni l'obiettivo deve essere quello di "non lasciare alla città opere fini a sé stesse. Occorre realizzare opere che riequilibrino il centro e la periferia per recuperare quella parte di città che è rimasta indietro. Per questo lavorerò per riequilibrare il gap tra centro e periferie, realizzare alcune opere collegate all'evento, ma che rimangano in dote alla città".

Una delle priorità della commissione sarà quella di "chiedere le tempistiche per la realizzazione del tram Termini-Vaticano. È una delle prime cose che metterò all'ordine del giorno perché il collegamento tra la stazione Termini e San Pietro è ovviamente un'opera fondamentale. Convocheremo l'assessore Patanè e il Dipartimento Mobilità già nella prima o sicuramente nella seconda riunione della Commissione. Un altro tema è quello dei collegamenti radiali, cioè collegamenti tra quartieri di Roma che possano bypassare il centro. Infine ho intenzione di convocare una commissione congiunta Giubileo-Turismo per promuovere il brand di Roma".

92 CONDIVISIONI
36 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views