8 Giugno 2021
17:31

Minaccia di morte il padre disabile: “Dammi i soldi per la cocaina o ti ammazzo”

Un trentenne è stato arrestato ieri pomeriggio per tentata estorsione in via Casilina a Roma, per aver minacciato di morte il padre disabile. “Dammi i soldi della cocaina o ti ammazzo” gli ha urlato contro, pretendendo 500 euro per la droga. I carabinieri lo hanno bloccato e portato in caserma.
A cura di Alessia Rabbai

Momenti di paura in un'abitazione di via Casilina a Roma per un uomo di sessant'anni affetto da disabilità, minacciato di morte dal figlio, perché si è rifiutato di dargli denaro per comprarsi la droga. "Dammi i soldi per la cocaina o ti ammazzo" gli ha urlato contro il trentenne, romano, disoccupato e già noto alle forze dell'ordine, che i carabinieri hanno arrestato per il reato di tentata estorsione. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri, lunedì 7 giugno, nella periferie Est di Roma. Secondo le informazioni apprese l'uomo, tossicodipendente da tempo, è rientrato a casa nell'abitazione del padre dove entrambi vivevano, in stato visibilmente agitato. Cercando il genitore, con capacità di muoversi autonomamente ridotta a causa di una disabilità, ha iniziato a chiedergli insistentemente del denaro per comprarsi altre dosi. Al rifiuto del padre, esausto per i comportamenti del figlio e non sopportando più le sue continue richieste di soldi, il trentenne lo ha aggredito verbalmente, minacciandolo e urlandogli contro se non gli avesse dato subito quanto chiesto, ossia una somma di 500 euro, lo avrebbe ucciso.

Trentenne arrestato per tentata estorsione

A dare l'allarme per le minacce subite è stato l'uomo che è riuscito a chiamare aiuto, chiamando il Numero Unico delle Emergenze 112. Sul luogo della segnalazione sono intervenuti i carabinieri della stazione di Roma Tor Vergata. Una volta all'interno dell'abitazione, l'uomo ha continuato ad inveire contro il padre anche davanti ai militari, che lo hanno bloccato e tratto in arresto e portato in caserma, per sottoporlo ad ulteriori accertamenti e a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. L'uomo ha raccontato agli agenti che il figlio, tossicodipendente, ormai quotidianamente chiedeva e pretendeva soldi per la droga, ma ultimamente era diventato sempre più insistente, fino ad arrivare a minacciarlo di morte, e così è avvenuto anche in presenza dei carabinieri nell'ultimo episodio di ieri. Il trentenne è stato trattenuto in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Cocaina e soldi nascosti nei brik del tè, arrestato spacciatore a Tor Bella Monaca
Cocaina e soldi nascosti nei brik del tè, arrestato spacciatore a Tor Bella Monaca
Stupro nella scuola al Torrino, arrestato 27enne: incastrato da impronta su una bottiglia di liquore
Stupro nella scuola al Torrino, arrestato 27enne: incastrato da impronta su una bottiglia di liquore
Bimbo cade dalla finestra e muore: il papà a processo per omicidio colposo
Bimbo cade dalla finestra e muore: il papà a processo per omicidio colposo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni