Sono cinquanta gli studenti risultati positivi al coronavirus nelle scuole di Latina e provincia ad un giorno dalla riapertura. La Asl territoriale ha avviato lo screening sui ragazzi negli istituti scolastici pontini, con tamponi a tappeto per monitorare i contagi da Covid in occasione della ripresa della didattica in presenza. Ma appena tornati sui banchi di scuola chiudono le prime classi, con studenti e docenti di nuovo in Dad e in isolamento domiciliare. La maggior parte dei positivi sono emersi nelle scuole superiori con focolai nelle classi di Latina città, Aprilia, Formia e Cisterna. Ieri sui 1057 casi complessivi registrati ieri nel Lazio e resi noti dalla Regione nel bollettino medico giornaliero 117 appartengono alla Asl di Latina, sedici i pazienti ricoverati all'ospedale Santa Maria Goretti, dove la sede vaccinale dallo scorso 2 aprile è stata trasferita dalla tensostruttura collocata davanti al pronto soccorso a quella del Cup di fronte ai Poliambulatori.

Tamponi gratis per gli studenti del Lazio

La Regione da dicembre scorso dà la possibilità agli studenti delle scuole superiori di sottoporsi gratuitamente a tampone, in qualsiasi drive-in del Lazio. Un servizio che, come annunciato dal governatore Nicola Zingaretti, durante la conferenza stampa in occasione dell'inizio delle vaccinazioni in fascia notturna all'hub di Fiumicino a fine marzo scorso, proseguirà nelle prossime settimane, per monitorare la diffusione del contagio tra i giovanissimi, in vista delle riaperture. Per fare il tampone gli adolescenti devono mostrare solo il proprio documento d'identità, senza la prescrizione del medico. La stessa iniziativa è valida per i professori e il personale scolastico. Nel Lazio in zona arancione dal 30 marzo scorso hanno riaperto asili, scuole elementari e medie e dopo le vacanze di Pasqua anche le superiori.