Nella tarda mattinata di venerdì 3 aprile un guasto su un treno della ferrovia Roma-Lido ha causato la parziale interruzione del servizio. Atac ha immediatamente attivato una commissione di inchiesta per capire le cause dell'indicente, nello specifico la rottura di un cavo di alimentazione del convoglio. Contemporaneamente sono iniziati i lavori di riparazione. I tecnici, informa Atac, hanno lavorato giorno e notte per sostituire complessivamente cinque chilometri di cavi e collegamenti. Nella giornata di ieri, domenica 4 aprile, sono state effettuate le prove di collaudo ed è stato dato il via libera alla riattivazione del servizio, ripartito questa mattina, lunedì 5 aprile. "Nel corso delle prossime notti verranno completate alcune lavorazioni non ostative all'esercizio. Atac ringrazia tecnici e maestranze che si sono prodigati per ridurre i tempi delle lavorazioni e si scusa con i passeggeri per i disagi", si legge in un comunicato dell'azienda.

L'incidente di venerdì sul trenino Roma-Lido

A causa del cedimento dei cavi di alimentazione, un incendio è scoppiato su un treno della linea Roma-Lido. I passeggeri nei vagoni, spaventati, sono usciti di corsa dal treno e sono scappati sui binari allontanandosi dal convoglio. Così ha spiegato l'incidente l'assessore regionale ai Trasporti, Mauro Alessandri: "Si è verificata un'interruzione sulla Roma-Lido nel tratto Piramide-Acilia per un incendio dovuto al cedimento del cavo di alimentazione della linea aerea, con conseguente problema sull'intera rete. La circolazione Acilia-Colombo è attiva ed è stato attivato il servizio bus Eur Magliana-Acilia. È in corso il sopralluogo tecnico di Atac e sul luogo sono presenti anche i funzionari della Regione Lazio".