29 Maggio 2021
8:52

Figli tossicodipendenti seviziati dal clan, madre coraggio denuncia gli Spada: arrestati 2 fratelli

La donna, stanca di vedere i figli sfruttati dagli altri membri del clan, ha deciso di denunciare tutto alla polizia. Per Francesco e Juan Carlos Spada, rampolli emergenti dell’omonima famiglia, le accuse sono molto pesanti: devono rispondere di spaccio di stupefacenti, sequestro di persona, estorsione e riduzione in schiavitù.
A cura di Natascia Grbic
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Spaccio di stupefacenti, sequestro di persona, estorsione e riduzione in schiavitù. Queste le gravissime accuse con cui due ragazzi, rampolli emergenti della famiglia Spada, sono stati arrestati dagli agenti della Polizia di Stato. Francesco e Juan Carlos Spada si trovano in carcere: a denunciarli è stata una donna, madre di due ragazzi tossicodipendenti usati come schiavi e seviziati dal clan. I due ragazzi, entrambi con problemi di tossicodipendenza. Nel corso delle indagini lampo, svolte dal X Distretto Lido diretto da Antonino Mendolia, i poliziotti hanno sequestrato anche un appartamento. A esprimere soddisfazione per gli arresti anche la sindaca di Roma Virginia Raggi: "Grazie alla Polizia di Stato e alla DDA per arresto di due esponenti del clan Spada a Ostia. Operazione possibile grazie alla denuncia di una "madre coraggio" stanca di vedere i figli tossicodipendenti utilizzati come schiavi dagli spacciatori".

Il Clan Spada di Ostia: per la Corte d'Appello è mafia

Un clan, quello degli Spada, che da tempo si è insediato nella zona del litorale romano, prendendo il controllo del mercato dello spaccio e delle estorsioni. Secondo quanto stabilito nella corte di Appello di Roma nella sentenza di secondo grado con cui 17 imputati sono stati condannati nel maxi processo, si tratta di un associazione per delinquere di tipo mafioso. I vertici del clan, Carmine Spada, detto Romoletto, Ottavio Spada e Roberto Spada stanno scontando pene che vanno dall'ergastolo (Roberto Spada) ai 17 anni di reclusione, mentre altri membri sono stati condannati a pene che vanno dai 6 ai 12 anni. Il maxiprocesso al clan di Ostia è nato in seguito a un'indagine della direzione distrettuale antimafia che aveva portato, con l'operazione ‘Eclissi', a ben 32 arresti effettuati il 25 gennaio del 2018.

Ingoia l'hashish della madre, bimba di un anno ricoverata al Gemelli: la donna rischia una denuncia
Ingoia l'hashish della madre, bimba di un anno ricoverata al Gemelli: la donna rischia una denuncia
Arrestato per violenze contro la madre, in camera una pistola: l'aveva rubata a una guardia giurata
Arrestato per violenze contro la madre, in camera una pistola: l'aveva rubata a una guardia giurata
Stalker condominiali perseguitano i vicini lamentando rumori inesistenti: arrestati due fratelli
Stalker condominiali perseguitano i vicini lamentando rumori inesistenti: arrestati due fratelli
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni