Coronavirus
30 Aprile 2021
19:11

Disposta zona rossa in una frazione di Sabaudia: “Se incidenza casi aumenta, verrà estesa”

La Regione Lazio ha disposto la zona rossa in località Bella Farnia, frazione di Sabaudia. Intanto continua l’indagine epidemiologica da parte della Asl di Latina. Se l’incidenza dei casi dovesse aumentare, verrà estesa la zona rossa, ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.
A cura di Enrico Tata
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La Regione Lazio ha disposto la zona rossa in località Bella Farnia, frazione di Sabaudia. Intanto continua l'indagine epidemiologica da parte della Asl di Latina. Se l'incidenza dei casi dovesse aumentare, verrà estesa la zona rossa, ha dichiarato l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. Stando a quanto si apprende, ieri nel corso di uno screening sulla comunità Sikh è emersa la positività di 86 cittadini su un totale di 550 tamponi effettuati. I casi di ieri si sono aggiunti ad altri 270 indiani risultati positivi al coronavirus, per un totale di 356 contagi. Le restrizioni riguarderanno l'intera popolazione che abita in quella frazione. Per loro sarà possibile spostarsi soltanto in casi di necessità, lavoro e salute. Intanto le persone trovate positive sono state messe in isolamento.

Intanto proseguono le analisi dell'istituto Spallanzani per isolare, sequenziare ed analizzare il virus rilevato nei tamponi effettuati sui membri della comunità Sikh di Latina sui passeggeri del volo proveniente dall'India e atterrato nella serata di ieri a Fiumicino. Su oltre 200 passeggeri ben 23 persone sono risultate positive e tutti gli altri sono stati messi in quarantena in un Covid hotel. Oggi era atteso un altro volo dall'India, ma è stato annullato.

Vaia: "Serve qualche giorno per isolare, sequenziare e analizzare il virus"

"Per i cittadini indiani che sono rientrati con il volo serve qualche giorno per sequenziare, isolare e analizzare il virus, in modo da poter verificare se qualcuno ha nel suo genoma una variante indiana", ha dichiarato il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, a Rai News 24. Per quanto riguarda la comunità di Latina, "ad oggi non abbiamo trovato da tutti i tamponi alcuna variante indiana, zero".

26056 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni