Cosa vedere al Lago di Bracciano e come raggiungere i tre borghi alle porte della Capitale

Tra Roma e i Monti Sabatini si estende il lago di Bracciano, ottavo bacino per estensione in Italia e terzo del centro Italia, dopo il lago Trasimeno e quello di Bolsena. Si tratta di un lago di origine vulcanica che, insieme a quello di Martignano, fa parte dell’area verde protetta del Parco naturale regionale di Bracciano – Martignano.
A cura di Paola Palazzo

Tra Roma e i Monti Sabatini si estende il lago di Bracciano, anticamente chiamato lago Sabatino, ottavo bacino per estensione in Italia e terzo del centro Italia, dopo il lago Trasimeno e quello di Bolsena. Si tratta di un lago di origine vulcanica che, insieme a quello di Martignano, fa parte dell'area verde protetta del Parco naturale regionale di Bracciano – Martignano. Il territorio del lago è ripartito tra i tre comuni che lo circondano, ovvero Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano, che costituiscono tappe immancabili per i turisti che visitano il bacino. Il lago di Bracciano è tra le più note mete naturalistiche della Regione Lazio, grazie anche alle numerose strutture di ricezione che sorgono sulle sue sponde. Nella zona è possibile godersi momenti di relax nei lidi attrezzati oppure partecipare alle attività organizzate da diverse associazioni sportive, come il windsurf e la canoa. Inoltre, il Parco naturale offre numerosi itinerari da poter percorrere sia a piedi che in bicicletta.

Bracciano

Comune di poco meno di 19 mila abitanti, Bracciano sorge tra i Monti Sabatini e affaccia direttamente sulle acque del lago omonimo. Anticamente il borgo era un modesto paese di pescatori e agricoltori e acquisì notorietà e ricchezza quando la nobile famiglia romana degli Orsini prese possesso del feudo e fece costruire il noto Castello che oggi prende il nome di Orsini – Odescalchi. L'imponente struttura a cinque torri, oltre ad essere uno dei principali monumenti d'interesse dell'intera area, rappresenta una location da sogno per matrimoni ed eventi privati. Altri luoghi di importanza storico-culturale sono il duomo di Santo Stefano, chiamato anche collegiata, le chiede di Santa Maria Novella e della Madonna del Riposo e la piazza centrale che ospita il Municipio.

Castello Orsini Odescalchi
Castello Orsini Odescalchi

Trevignano Romano

Il comune di Trevignano Romano si estende lungo la sponda settentrionale del lago di Bracciano e sulle pendici del Monte di Rocca Romana. Anche questo è un piccolo borgo, abitato da sole 5847 persone. È noto per essere stato uno dei principali insediamenti del popolo degli Etruschi, le cui testimonianze materiali sono conservate nel Museo Civico Etrusco Romano ‘Prof.Gregorio Bianchini'. Tra i luoghi d'interesse ci sono tre antiche chiese (Santa Maria Assunta, Santa Caterina D'Alessandria e San Bernardino da Siena) e i ruderi della Rocca, una fortezza costruita nel 1200 su ordine di Papa Inncenzo III e distrutta dai soldati dei Borgia nel 1497. Nel 2004 Trevignano Romano ha acquisito la nomina di bandiera arancione del Touring Club italiano e nel 2018 il comune è stato riconosciuto Bandiera Blu dalla FEE – Foundation for Environmental Education Italia.

La Rocca
La Rocca

Anguillara Sabazia

Anguillara Sabazia sorge sul promontorio lungo la sponda sud-orientale del lago di Bracciano. Il nome di questo comune deriva da quello di un'antica villa romana, detta, appunto, ‘Angulara', per la sua forma ad angolo. La dimora era di proprietà di una nobile del posto, Rutilia Polla, che allevava il pesce di lago per poi distribuirlo nei mercati della Capitale. Il borgo è dominato dall'alto dalla collegiata di Santa Maria Assunta, che nel 2003 è stata oggetto di un importante intervento di restauro. Sotto le acque del lago che abbracciano Anguillara Sabazia è stato scoperto un villaggio risalente al periodo del neolitico. Alcuni dei reperti archeologici ritrovati durante gli scavi sono conservai al Museo nazionale preistorico etnografico Luigi Pigorini di Roma.

Collegiata di Santa Maria Assunta
Collegiata di Santa Maria Assunta

Cosa vedere nei dintorni del lago di Bracciano

Bosco Macchia Grande: una grande area boschiva situata a nord-ovest del lago di Bracciano e a sud-ovest del comune di Manziana. Al suo interno ospita numerose specie di piante protette, tra cui il cerro.

Caldara di Manziana: è un monumento naturale situato ad un chilometro dal bosco Macchia Grande. Al centro dell'area si estende una palude, dove l'acqua è soggetta al fenomeno delle polle gorgoglianti, dovute alle emissioni di gas dal sottosuolo.

Castel Giuliano: è una frazione della provincia di Roma, situata a sud ovest del lago di Bracciano (nel territorio dell'omonimo comune) ed è nota soprattutto per le sue suggestive cascate.

Come arrivare al lago di Bracciano

Il lago di Bracciano dista poco meno di 50 chilometri da Roma. Per raggiungerlo in auto, basta prendere la strada statale 2 bis Via Cassia Veientana direzione Viterbo, uscire a Cesano e seguire la segnaletica per Bracciano. Il lago è raggiungibile con i mezzi pubblici: si prende il treno da Roma (stazioni Tirburtina, Trastevere, San Pietro o Valle Aurelia) linea FR3 direzione Viterbo o Bracciano. Una volta arrivati alla stazione di Bracciano, si raggiunge il lago a piedi, camminando per una ventina di minuti.

Sabate, la leggenda dell'antica città sommersa nel Lago di Bracciano
Sabate, la leggenda dell'antica città sommersa nel Lago di Bracciano
Ragazzo scomparso nel Lago di Bracciano: ricerche con il robot che scandaglia il fondale
Ragazzo scomparso nel Lago di Bracciano: ricerche con il robot che scandaglia il fondale
Cosa significa che il Lazio raggiungerà l'immunità di gregge l'8 agosto (come annuncia la Regione)
Cosa significa che il Lazio raggiungerà l'immunità di gregge l'8 agosto (come annuncia la Regione)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni