94 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Giubileo 2025

Con i soldi del Giubileo saranno rifattI 700 chilometri di strade: presentato bilancio di Roma

Il sindaco Gualtieri ha presentato il bilancio di previsione di Roma Capitale, che verrà discusso nelle prossime settimane in Assemblea Capitolina.
A cura di Enrico Tata
94 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nonostante le rassicurazioni del sindaco Gualtieri, c'è preoccupazione per il bilancio di Roma Capitale, che verrà discusso e votato in Assemblea capitolina nelle prossime settimane. Lo stesso sindaco ha ammesso: si parte da 400 milioni in meno per quanto riguarda le spese correnti, quelle che servono a far funzionare la macchina amministrativa ma, soprattutto, a fornire i servizi ai cittadini. Il governo ha aiutato la Capitale con 100 milioni di euro (che dovranno essere restituiti presto), ma resta un passivo di 300 milioni. I soldi in meno, ha spiegato Gualtieri, derivano dalla riduzione dei trasferimenti da parte dell'esecutivo, dal minor gettito Irpef (60 milioni) e, soprattutto, dalla recente sentenza della Corte di Cassazione che riguarda l'Imu sulle seconde case. L'esenzione al pagamento è stata infatti allargata anche alle seconde case che sono residenza di uno dei coniugi. Significa quasi 200 milioni di euro in meno nelle casse del Campidoglio. A questo si aggiungono il caro prezzi, l'inflazione e il caro energia (50 milioni in più).

Insomma, questo il quadro di riferimento quando è stato presentato a dicembre lo scherma del bilancio di previsione. In questi mesi, ha spiegato Gualtieri in Aula Giulio Cesare, alcuni dati sono migliorati, "a partire da quello turistico, così come gli andamenti delle entrate fiscali, dei costi dell’energia, e alcune azioni ulteriori relative all’efficientamento delle entrate hanno cominciato ad operare, e quindi ci troviamo nelle condizioni adesso di presentarci e di condividere con l’Aula degli interventi ulteriori di miglioramento e di rafforzamento del Bilancio su alcuni assi importanti".

Le priorità del bilancio: 700km di strade con i fondi del Giubileo

  • Tra le priorità elencate da Gualtieri in merito al bilancio, c'è la scuola: conferma dell'abbattimento delle rette di accesso al nido, estensione oraria dei nidi, completamento di 600 nuove assunzioni di educatrici e insegnanti.
  • Sulle politiche sociali verranno destinate risorse per lo scorrimento delle graduatorie Edilizia Residenziale Pubblica anche con l'acquisto di 120 appartamenti dell'Inps. Nel bilancio anche risorse per la riduzione dei fitti passivi.
  • Per quanto riguarda l'urbanistica previsti fondi per la realizzazione di 15 masterplan per la progettazione di altrettante opere nei municipi, per il dibattito sullo stadio della Roma, per la progettazione di rigenerazione urbana di Bastogi, Porta Portese e Testaccio e per le strategie territoriali per Ostia. Nel bilancio previsti anche 16 milioni per la riqualificazione delle periferie con la realizzazione, il potenziamento e l’adeguamento delle reti idriche e fognarie. Stanziati anche fondi per i 5 progetti per i parchi d’affaccio sul Tevere.
  • Dal punto di vista dei lavori pubblici, vengono messi a disposizione 47 milioni di fondi per il Giubileo e 20 milioni di euro del Bilancio per il rifacimento delle strade. Ci sarà un ulteriore intervento da 200 milioni gestito dalla Società Giubileo con Anas sempre per il rifacimento strade. Questo consentirà di rifare tutti i 700 chilometri di viabilità principale della Capitale. Stanziati fondi anche per il rifacimento dei marciapiedi.
  • Confermata l'estate romana, previsti fondi per la sicurezza stradale e investimenti per la mobilità pubblica. Stanziati soldi per il parco di Centocelle, per il parco della Serenissima, per Villa Ada e per Villa Pamphili. Sei milioni di euro saranno utilizzati per la ristrutturazione del canile della Muratella e per realizzare l'ospedale veterinario. Per ultimo, previsto un finanziamento per la realizzazione di impianti solari sui tetti di scuole dei diversi Municipi.

Cgil Cisl e Uil attaccano: "Bilancio al ribasso"

Tante critiche al Bilancio presentato da Gualtieri sono arrivate dalle opposizioni, ma anche dai sindacati. In una nota condivisa Cgil, Cisl e Uil hanno osservato che "quello che ci viene presentato è un bilancio al ribasso, con una riduzione dei finanziamenti che rischia di tradursi in un taglio dei servizi erogati dal Comune proprio in una fase in cui aumentano le difficoltà per i redditi bassi e medio bassi. Inoltre, ci preoccupano anche i contratti di servizio delle Partecipate, tutti in contrazione rispetto agli stanziamenti minimi necessari a migliorare i servizi e ad affrontare l’aumento dei costi delle forniture e dei carburanti determinati dall’inflazione e dal caro energia. Ad aggravare il tutto, la già pesante ipoteca sul 2024 per la restituzione dei 100 milioni al Governo, prestito che ha evitato un bilancio drammatico già quest’anno".

94 CONDIVISIONI
45 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views