Metropolitana di Roma (Getty).
in foto: Metropolitana di Roma (Getty)

Spostarsi in una grande città come Roma, per andare a lavoro, a scuola o per visitarla da turisti, può risultare un'impresa difficile, complici il traffico quasi sempre congestionato e la folla che si riversa per le strade alla scoperta delle sue bellezze. Ci sono una serie di soluzioni per muoversi all'interno della Capitale, dai mezzi pubblici ai taxi, passando per il car e lo scooter sharing fino all'auto privata, con ottime alternative per chi non ama il caos, per chi voglia risparmiare o approfittare del viaggio per godere del panorama offerto dalla Città Eterna.

Distingui Metropolitane, trenini e FL

Fermata di Termini della metropolitana di Roma (Wikipedia).
in foto: Fermata di Termini della metropolitana di Roma (Wikipedia)

Metropolitana

Il mezzo più veloce per spostarsi a Roma, ed anche quello più economico, è di certo la metropolitana. La Capitale è caratterizzata dalla presenza di quattro linee della metro: A-B-B1-C, che ne collegano il centro con le zone più periferiche. Dal 2010 la rete è gestita da Atac. In totale ci sono ben 74 stazioni per una lunghezza totale di 60 chilometri. Sono tutte attive dalla domenica al giovedì dalle 05:30 alle 23:30, il venerdì e il sabato fino all'01:30 di notte e generalmente la frequenza è di un treno ogni 2/3 minuti, per cui è una soluzione ideale per chi abbia fretta. Il biglietto per un singola corsa, il cosiddetto BIT, costa 1,50 euro e ha validità per 100 minuti, tempo in cui si può effettuare un solo viaggio su rotaia. Il giornaliero, valido per 24 ore dall'orario di obliterazione, costa 7 euro, mentre l'abbonamento mensile costa 35 euro. Vi ricordiamo che per ricevere in tempo reale notizie e aggiornamenti sul trasporto pubblico romano potete scaricare la app "Muoversi a Roma", disponibile sia su Android che su iOs.

Roma-Ostia e Termini-Centocelle

Il trasporto pubblico cittadino su rotaia si arricchisce, oltre alla metropolitana, di due linee, che collegano il centro di Roma con la zona vicino al mare e meta estiva delle vacanze estive dei romani, cioè Ostia, e con quella periferica del quartiere di Centocelle. Il treno Roma-Lido, gestito da Atac, è composto da 13 fermate e ogni giorno vengono effettuate circa 90 corse. Dobbiamo avvertirvi, però, che questo servizio è noto soprattutto per i continui disagi di cui è protagonista tra ritardi nella circolazione, scioperi e guasti alle vetture. Tuttavia, per chi voglia evitare il traffico e il caldo di giugno, luglio e agosto, è di certo una soluzione più comoda e veloce dell'automobile. Il trenino Termini-Centocelle, invece, è una linea ferroviaria, di tipo tranviario, di proprietà regionale, che collega la zona di Roma Termini, più precisamente via Giolitti, con il quartiere di Centocelle. In entrambi i casi, il prezzo del biglietto per singola corsa è di 1,50 euro, come anche per la metro e gli altri trasporti pubblici all'interno del Comune di Roma.

Linee regionali FL

FL è il nome dato alle 8 linee delle ferrovie laziali, gestite da Trenitalia. Collegano il centro della città con zone periferiche e con comuni che si trovano all'esterno del raccordo anulare e in provincie diverse. Tra queste, di particolare interesse è la linea FL1, il treno low cost che permette di arrivare all'aeroporto "Leonardo da Vinci " di Fiumicino, partendo da Orte/Fara Sabina e attraversando le stazioni di Roma Tiburtina, Roma Ostiense (Piramide) e Roma Tuscolana (Ponte Lungo). Il servizio è attivo dalle 05:00 alle 22:40 circa con una frequenza di un treno ogni 15 minuti nelle ore di punta. I biglietti vanno da un massimo di 11 a un minimo di 1,50 euro. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito internet dedicato. Anche la linea FL3, che mette in collegamento il centro di Roma con Cesano e Viterbo utilizzando la ferrovia Roma-Capranica-Viterbo, è di particolare importanza per il passaggio in zone turistiche di un certo interesse, come la Basilica di San Pietro e il lago di Bracciano.

C’è il GRA, ma anche la tangenziale

Mappa del Grande Raccordo Anulare di Roma (Ingrandisci qui).
in foto: Mappa del Grande Raccordo Anulare di Roma (Ingrandisci qui).

Se vi muovete con l'auto privata, per spostarvi da una parte all'alta della città dovrete con molta probabilità attraversare il Grande Raccordo Anulare (GRA),  l'autostrada tangenziale (A90), senza pedaggio, che circonda anularmente il centro di Roma. Si tratta, in poche parole, di un tracciato circolare chiuso e senza discontinuità, a doppio senso di marcia con almeno tre corsie per carreggiata, che risulta essere tra le autostrade italiane quella col maggior volume di traffico. L'inizio del GRA è posto convenzionalmente all'intersezione con la via Aurelia, che corrisponde all'uscita 1.

Da non confondere col GRA è la Tangenziale EST di Roma, interna alla città e situata nella zona orientale e settentrionale di Roma. Collega le vie intorno Porta Maggiore con l'area settentrionale della città (in particolare la zona del Foro Italico e il quartiere Trionfale), attraversando anche il tratto interno dell'Autostrada A24. Assieme al GRA, a via Cristoforo Colombo e alle consolari, è un'importante arteria per la viabilità della Capitale. Purtroppo, alcuni tratti non sono percorribili di notte, per tutelare la vivibilità dei cittadini che abitano negli edifici a ridosso della Tangenziale : a partire dalle ore 23:00 infatti vi è il divieto di transito fino alle 06:00 del mattino successivo da Largo Passamonti a Viale Castrense  e da Ponte delle Valli a Nomentana.

Di notte con gli autobus e taxi

Autobus 105 in partenza dalla stazione di Roma Termini (Wikipedia).
in foto: Autobus 105 in partenza dalla stazione di Roma Termini (Wikipedia).

Roma presenta un complesso sistema di linee di autobus, suddiviso in due fasce orarie: quelle diurne iniziano il servizio alle 05:00 e lo terminano intorno a mezzanotte, quando cominciano i pullman notturni, fino alle 05:30 del mattino successivo, che permettono di muoversi di notte per le strade della Capitale con una certa velocità. I biglietti per la metro valgono anche per gli autobus. Il biglietto semplice si chiama BIT, costa 1,50 € e dura 100 minuti dalla timbratura. In metropolitana vale per una sola corsa, anche su più linee, senza uscire dai tornelli. Per quanto riguarda i tram, ci sono in tutto sei linee, gestite da Atac, con 192 stazioni e una rete di 40 chilometri. Si tratta delle linee:

  • 2 Mancini – Piazzale Flaminio
  • 3 Valle Giulia – Stazione Trastevere
  • 5 Termini – Gerani8 Venezia – Casaletto (alcune corse sono prolungate fino a Piazza di Porta Maggiore)
  • 14 Termini – Togliatti
  • 19 Risorgimento San Pietro – Gerani

Sul sito ufficiale di Atac è possibile calcolare l'itinerario più veloce in tempo reale selezionando solo il punto di partenza e di arrivo desiderato.

Occhio alle tariffe dei taxi

Non è di certo tra i mezzi più economici, ma il taxi è una delle alternative più veloci per muoversi a Roma sia di giorno che di notte. I numeri di taxi service nella Capitale a cui rivolgersi sono i seguenti: 06.3570, 06.4994, 06.6645, 06.551 e 06.8822. Prima di usufruire di questo servizio, assicuratevi che sia una vettura ufficiale, che abbia il tassametro e che sia azzerato all'inizio della corsa e se è prevista una tariffa fissa. Ad esempio, il costo di una corsa da/per l'aeroporto Fiumicino al centro cittadino entro le Mura Aureliane è di 48 euro, di 30 da e per Ciampino. Si ricorda che la quota fissa di partenza nei giorni feriali (dalle ore 6:00 alle ore 22:00) è di 3 euro, per la partenza nei giorni festivi (dalle ore 6:00 alle ore 22:00) 4,50 euro e per la notturna (dalle ore 22:00 alle ore 6:00) 6,50 euro.

Car e Scooter Sharing

Vettura del servizio "Car2Go" di Car Sharing di Roma Capitale (Wikipedia).
in foto: Vettura del servizio "Car2Go" di Car Sharing di Roma Capitale (Wikipedia)

Se non volete utilizzare la vostra macchina, ma non preferite prendere i mezzi pubblici, potete usufruire del servizio di car sharing o auto condivisa, attivo anche a Roma oltre che in altre città italiane. Anche se non è una soluzione molto economica, vi permetterà comunque di risparmiare sulla benzina e sul pagamento del parcheggio, che salirebbe alle stelle con la vostra auto. Ecco i servizi di condivisione delle vetture disponibili nella Capitale:

  • Romamobilita: è il servizio di car sharing offerto dal Comune di Roma. Per accedervi basta registrarsi nella sezione del sito dedicato, prenotare la vettura attraverso l'apposita app e spostarvi da una parte all'altra della città liberamente. A seconda del tipo di auto e della fascia oraria, le tariffe sono varie: il costo orario va da un massimo di 3,30 euro per le macchine large dalle 07:00 alle 24:00 a un minimo di 1,40 euro per quelle small dalle 24:00 alle 07:00. C'è anche la possibilità di acquistare un'abbonamento individuale trimestrale al costo di 40 euro;
  • Car2Go: anche in questo caso basta registrarsi sul sito ufficiale, selezionare attraverso l'apposita app la vettura desiderata e infine utilizzarla a proprio piacimento. Terminate poi il noleggio su strada in tutti gli spazi pubblici consentiti, all'interno dell'area operativa. Le tariffe vanno dai 24 centesimi al minuto per tragitti brevi ai 13,90 euro all'ora per quelli più lunghi. 59 euro è il costo di un noleggio per 24 ore;
  • Enjoy: questo servizio, sponsorizzato da Eni, è disponibile non solo con le automobili ma anche con gli scooter. Basta prenotare il veicolo più vicino sul sito ufficiale e al termine del noleggio lo si può lasciare liberamente, in tutti i parcheggi consentiti nell'area di copertura, all'interno del Grande Raccordo Anulare. Si può inoltre far sostare il veicolo gratuitamente sulle strisce blu ed entrare con alcune limitazioni nelle aree/zone a traffico limitato. Per le auto, la tariffa fissa è di 25 centesimi al secondo entro i 50 chilometri, per gli scooter di 35 centesimi al minuto;
  • Share'NGo: questo è il servizio di car sharing elettrico della Capitale, con 400 auto elettriche ZD1 all'interno di un'area operativa che comprende tutto il centro storico e si estende da piazza Giochi Delfici a piazza Re di Roma, inglobando la circonvallazione Est. Si può chiudere una corsa anche alla Garbatella, fino a piazzale dei Navigatori, e a tutto Trastevere, non arrivando nei quartieri più periferici. Per iscriversi, basta aver compiuto 18 anni, essere in possesso della patente e registrarsi sul sito internet ufficiale. La tariffa base è 0,28 euro al minuto e quella di sosta è 0,10 euro al minuto. Inoltre per le donne le corse notturne sono gratuite dall'01:00 alle 06:00.

Cosa evitare

Come si è visto, c'è una vasta scelta di soluzioni su come muoversi a Roma a seconda delle varie esigenze, che vogliate risparmiare, evitare il traffico o essere più comodi. Sappiate però che non è tutto oro ciò che luccica. Il servizio di trasporto pubblico romano presenta una serie di criticità da non sottovalutare. Non è un caso che la European Commuter Survey abbia realizzato una ricerca nella quale si sostiene che spostarsi nella Capitale è più stressante che in qualsiasi altra grande città europea. La metropolitana termina il servizio troppo presto, limitando gli spostamenti nelle ore notturne, ma soprattutto qui si trova la peggiore ferrovia d'Italia, cioè la Roma-Ostia Lido, secondo il report di Legambiente "Pendolaria 2016", a causa dei continui scioperi, ritardi e disagi alla circolazione. Inoltre, la Tangenziale Est, oltre ad essere caratterizzata da traffico congestionato per la maggior parte della giornata, è chiusa in alcuni tratti nelle ore notturne, con gravi conseguenze per la viabilità.