342 CONDIVISIONI
Coronavirus
25 Luglio 2021
11:34

Annuncio del Green Pass: nel Lazio 85mila prenotazioni in due giorni, dosi potrebbero non bastare

Lo ha annunciato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, nel corso di un’intervista. Se è caccia alla prima dose in questo mese di agosto per evitare le conseguenze delle limitazioni del Green Pass, le scorte potrebbero non bastare per tutti subito ha chiarito l’assessore e c’è chi non potrà farla prima di settembre.
A cura di Redazione Roma
342 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Dopo l'annuncio del premier Mario Draghi sulle nuove regole che, a partire dal prossimo 5 agosto, renderanno obbligatoria l'esibizione del Green Pass per quasi ogni occasione ricreativa e sociale, c'è stato quello che era l'effetto sperato: la corsa a vaccinarsi di decine di migliaia di italiani, che per ragioni diverse, ancora non si erano prenotati. In due giorni nel Lazio si sono registrate 88.000 nuove prenotazioni, un vero record: 55.000 venerdì, 33.000 ieri, tanto che il portale della Regione ha faticato a gestire il traffico facendo registrare diverse disfunzioni.

A caccia della prima dose prima delle ferie

In media nel corso della campagna vaccinale le prenotazioni giornaliere erano state 8.000, per dare un'idea delle dimensioni del fenomeno. L'idea è che si tratti per lo più di cittadini che avevano deciso di vaccinarsi al rientro dalle ferie, e che ora sono invece alla ricerca della prima dose prima delle agognate vacanze.

Vaccini: le scorte agli sgoccioli dopo il boom di prenotazioni

I numeri sono stati forniti oggi dall'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato in un'intervista a la Repubblica. L'assessore ha anche però lanciato l'allarme sulla possibilità che le dosi non bastino per tutti. "Abbiamo ancora 100.000 slot disponibili", ha sottolineato. Il messaggio è chiaro: per molti la prima dose potrebbe non arrivare prima di settembre.

Zingaretti: "Dobbiamo combattere le bugie. Vacciniamoci"

Intanto oggi per Nicola Zingaretti è stato il giorno della seconda dose di vaccino "Seconda dose fatta!  – ha scritto su Facebook – Vogliamo tornare a vivere liberi. Liberi di fare impresa, di avere un negozio, di divertirci, di lavorare, di non chiudere mai più le attività. E per tornare liberi bisogna vaccinarsi e avere comportamenti responsabili. Chi dice il contrario è un bugiardo. E noi dobbiamo combattere le bugie. Vacciniamoci!".

342 CONDIVISIONI
27018 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni