1.042 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Aggiornamenti sul caso Emanuela Orlandi

A Verissimo padre Georg nega l’esistenza di un dossier del Vaticano sul caso Emanuela Orlandi

Ancora una volta padre Georg Ganswein, segretario particolare di Benedetto XVI, ha smentito a Verissimo l’esistenza di un dossier sul caso Emanuela Orlandi: “Feci preparare un promemoria, ma non esiste alcun dossier segreto”.
A cura di Enrico Tata
1.042 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Su richiesta di papa Francesco, il promotore di giustizia Alessandro Diddi ha aperto un'indagine ufficiale sulla scomparsa di Emanuela Orlandi. Ma all'interno del Vaticano esiste o esisteva un dossier sul caso? Secondo Pietro Orlandi sì e per qualche tempo si trovava sulla scrivania di padre Georg Ganswein, segretario particolare di Benedetto XVI.

Quest'ultimo, intervistato il 16 aprile da Silvia Toffanin a Verissimo, ha negato di essere stato mai in possesso di un fascicolo sulla scomparsa della ragazza. Così padre Georg:

 "Una volta ho chiesto di fare un promemoria su quale fosse la situazione in quel momento in merito al caso Emanuela Orlandi. Mi hanno fatto un appunto, ma non c'era niente di nuovo, nuove conoscenze o nuove indagini. Ma dopo Pietro Orlandi ha detto in un'intervista che io avrei un dossier. Ma non è vero, non ho alcun dossier. Se lui pensa a questo appunto, era un promemoria sullo status quo, che poi ho dato a papa Benedetto. Ma io non ho mai avuto o fatto fare un dossier, perché non c'entravo. Io non credo che si troverà qualcosa di nuovo su questo caso".

Nel 2017, tuttavia, Pietro Orlandi parlò di questo dossier, "carte secretate, a conoscenza di alcune autorità della Santa Sede, che contengono passi importanti di questa disumana vicenda". Secondo le informazioni del fratello di Emanuela, nel 2012 sul tavolo di padre Georg c'era un fascicolo intitolato "Rapporto Emanuela Orlandi". Un documento che non parlerebbe della vicenda ripercorrendo le tappe note, ma che riguarderebbe invece prove in merito a un tentativo di trovare una via di uscita che liberasse il Vaticano una volta per tutte dal caso Orlandi. Un modo, cioè, per mettere la parola fine alla vicenda.

Pietro Orlandi ha detto di avere incontrato padre Georg nel 2011: "Gli presentai la prima petizione fatta a Benedetto XVI. Gli raccontai alcune cose e mi disse che avrebbe fatto svolgere un'indagine e da lì nacque il famoso dossier chiamato ‘Rapporto Emanuela Orlandi' che stava sulla sua scrivania e di cui mi ha parlato Paolo Gabriele". Paolo Gabriele è l'ex maggiordomo di Benedetto XVI, rinviato a giudizio e condannato per aver sottratto alcuni documenti riservati dalla scrivania del Papa.

Nel libro ‘Nient'altro che la verità. La mia vita affianco a Benedetto XVI', pubblicato da Georg Ganswein, ci sono cinque pagine dedicate al caso. Georg scrive che il rapporto Emanuela Orlandi semplicemente non esiste. L'avvocata Sgrò, che difende la famiglia Orlandi, ha sostenuto il contrario nel corso di una puntata di Atlantide, il programma condotto da Andrea Purgatori su La7: "Georg mi disse: ‘eccome se esiste un dossier su Emanuela, lo ha la Segreteria di Stato, insista per farselo consegnare'".

Così scrive padre Georg sul suo libro in merito al presunto dossier Orlandi:

"L’attribuzione di conoscenza di segreti attinenti al sequestro stesso da parte di persone appartenenti alle istituzioni vaticane, senza indicare alcun nominativo, non corrisponde ad alcuna informazione attendibile o fondata". (…) Pure il comandante Giani consultò la documentazione dell’epoca e concluse che non c’era stata alcuna notizia tenuta nascosta alla magistratura italiana e che nel frattempo non erano maturate ulteriori ipotesi riguardo alle quali poter approfondire le indagini in Vaticano. E rispetto all'esistenza di un dossier sul caso Orlandi attribuitogli ha scritto: "(…) Non ho mai compilato alcunché in relazione al caso Orlandi, per cui questo fantomatico dossier non è stato reso noto unicamente perché non esiste (…)".

1.042 CONDIVISIONI
230 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views